La Asl su Coronavirus nel Tarantino: due focolai e positivo un operaio di una ditta dell’appalto del siderurgico.

Sono due le situazioni che il Dipartimento di Prevenzione della Asl della provincia di Taranto sta monitorando con attenzione: il focolaio di Villa Genusia a Ginosa Marina che coinvolge soggetti particolarmente fragili perché anziani,e quello proveniente dall’azienda agricola di Polignano a mare nel barese che ha coinvolto numerosi lavoratori a Grottaglie e San Marzano di San Giuseppe. Il dr. Michele Conversano, Direttore del Dipartimento di Prevenzione ASL Taranto spiega nel video cosa sta facendo la Asl per circoscrivere i contagi a partire da un massiccio screening domenica prossima. 

Per fronteggiare questa situazione, è stato emesso un provvedimento di precauzione molto rigido, ma fondamentale per prevenire l’ulteriore diffusione dei contagi. Abbiamo predisposto, infatti, l’isolamento fiduciario per tutti coloro che hanno lavorato in tale azienda negli ultimi 14 giorni – e sono circa trecento – che si spostano dalla nostra Provincia verso Polignano ogni giorno, utilizzando autobus aziendali. Abbiamo riscontrato la massima collaborazione da parte di tutti i Sindaci interessati, a partire dal Sindaco di Grottaglie che è il Comune della Provincia dove risiede il maggior numero di lavoratori dell’azienda in questione. Ci stiamo preparando a una massiccia opera di esecuzione di tamponi prevista per domenica mattina, presso il Palazzetto dello sport di Grottaglie: sarà un grande sforzo, fondamentale per evitare l’ulteriore incremento dei contagi.

Si può tranquillizzare la popolazione di Taranto e provincia perché vengono monitorati tutti i possibili focolai, rintracciando i contatti stretti dei casi positivi, predisponendone l’isolamento domiciliare fiduciario e l’esecuzione del tampone naso-faringeo.

L’osservanza delle regole è fondamentale anche alla luce della imminente apertura delle scuole, nelle quali l’assembramento dei ragazzi sarà inevitabile: l’unico strumento per evitare il contagio è l’adozione di tutte le misure di sicurezza e di comportamenti responsabili.

A partire da domani sarà operativa anche una postazione drive through presso il Distretto Socio Sanitario di Manduria, per l’esecuzione dei tamponi in auto, che si aggiungerà a quella già in attività a Massafra”.

 

Intanto è risultato positivo al Covid-19, dopo essersi sottoposto a tampone rinofaringeo, un operaio di una ditta non pugliese (del Nord Italia), che ha lavorato per soli 3 giorni (all’incirca 7-10 giorni fa) nei pressi dello stabilimento Arcelor Mittal di Taranto.  Sono intervenuti gli specialisti del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL Taranto, sottoponendo a tampone 14 persone che hanno condiviso l’attività professionale con l’operaio risultato positivo. Allo stato, 12 di essi sono risultati negativi. Relativamente ai restanti due lavoratori, si resta in attesa di conoscere i risultati del primo tampone.

Si comunica, inoltre, che nella tarda mattinata della giornata odierna, 10 settembre, è
 
stata dimessa dal reparto di Malattie Infettive dell’ospedale “San Giuseppe Moscati” 
 
di Taranto una paziente guarita dal Covid-19, dopo che due tamponi avevano dato esito
 
negativo. Al momento, risultano ricoverati presso il “Moscati” 28 pazienti Covid, nessuno
 
dei quali è in terapia intensiva.

Il sindaco di San Marzano di San Giuseppe in un’ordinanza ha disposto  la chiusura immediata sino a lunedì’ 14 Settembre alle ore 23.30 dell’attività mercatale e di tutte le attività sportive e ludiche sia al chiusi che all’aperto nel territorio di San Marzano di San Giuseppe e l’utilizzo obbligatorio delle mascherine sia nei luoghi chiusi che aperti al pubblico e nei luoghi all’aperto di maggior afflusso di persone. Raccomanda a tutti i lavoratori che hanno svolto attività lavorativa presso l’azienda di Polignano a mare di rimanere a casa sino all’esito del tampone e in via precauzionale di evitare di frequentare luoghi pubblici, assembramenti e di rispettare le note regole igienico sanitarie. 

Anche a Grottaglie stesse restrizioni  e in più la chiusura alle ore 00:30 di tutte le attività di somministrazione di alimenti e bevande in attesa dei tamponi che saranno eseguiti su oltre 300  grottagliesi che hanno lavorato nell’azienda agricola di Polignano a Mare. La Protezione civile locale si sta adoperando insieme al Dipartimento di Prevenzione locale, Servizio Emergenza Radio, Croce Rossa e tutti i referenti del Centro Operativo comunale,  per allestire l’area tamponi presso il Campus Campitelli di Grottaglie.

Tutti i cittadini sottoposti a regime di isolamento fiduciario e/o quarantena che dovessero aver bisogno del ritiro spesa e farmaci (e o ricette) a domicilio ricordiamo che è sempre attivo il servizio di Pronto Farmaco e Pronto Spesa della Croce Rossa Italiana contattando il numero di telefono 3760093814 dalle 17 alle 19,30 dal lunedì al venerdì. Per il pagamento della spesa e dei medicinali ora è possibile anche pagare con carta di credito o bancomat perché i volontari della Croce Rossa sono dotati di POS SumUp.

Per le famiglie in difficoltà economiche invece resta attivo il servizio di richiesta aiuto
 
alimentare attivo al numero 0995620439 dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19.
 
 
 
 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: