Sava: Ivano De Cataldo presenta dossier su fontane pubbliche: urgente manutenzione e ripristino

“Nelle scorse settimane, a causa di interruzioni di erogazione idrica da parte dell’AQP, i cittadini savesi si sono ritrovati da un momento all’altro senza acqua potabile e, senza alcun preavviso da parte dell’Amministrazione Comunale,  senza la possibilità di rifornirsi di acqua dalle fontane pubbliche a causa della “non funzionalità di alcune di esse”.
In considerazione di tale importante problematica e della necessità, soprattutto a estate inoltrata, “di tenere il più possibile sotto controllo il funzionamento delle fontane pubbliche” informando “puntualmente i cittadini di eventuali futuri mal funzionamenti delle stesse”, il Consigliere Comunale del Laboratorio Politico per l’Alternativa, Ivano Decataldo, ha presentato un dossier in cui chiede, agli organi di competenza, interventi di manutenzione e ripristino urgente di numerose fontane pubbliche ubicate nel territorio savese.
La richiesta fa seguito a vari solleciti presentati all’Amministrazione Comunale da numerosi savesi che lamentano lo stato di degrado e abbandono in cui versano, ormai da mesi, alcune fontane pubbliche della città: alcune risultano non funzionanti, altre con continuo getto d’acqua, altre piene d’acqua, in alcuni casi i buchi di scarico sono sprofondati e altri elementi distrutti (come dimostrano le foto allegate).
Il Consigliere De Cataldo chiede, in particolare:
“- Il ripristino urgente delle fontane non funzionanti, la manutenzione di quelle con gettito continuo e la pulizia delle stesse per migliorare l’igiene;
– maggiori controlli e manutenzione delle fontane pubbliche nel corso dell’anno per evitare continue emergenze e disservizi a carico dei contribuenti”.
Egli chiede, inoltre, “che i cittadini vengano informati in maniera puntuale di eventuali nuove interruzioni di erogazione idrica da parte dell’AQP per scongiurare emergenze igienico-sanitarie o, semplicemente, ridurre al minimo i disagi provvedendo immediatamente a organizzare un servizio di erogazione di emergenza (autobotti), per dare la possibilità a tutti coloro che non potranno organizzarsi con approvvigionamento temporaneo (cisterne,lattine,taniche) di poter far fronte all’emergenza acqua.”
“La funzionalità, la manutenzione ordinaria e straordinaria delle fontane pubbliche ubicate nel paese”, afferma De Cataldo, “devono essere garantite per l’intero anno e la pulizia dell’area intorno alle stesse rappresenta il presupposto basilare per una buona vivibilità e per garantire migliori condizioni igienico- sanitarie del paese a tutela della salute dei cittadini”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: