Fratelli d’Italia: “No agli incarichi regionali per le consulenze strategiche per il San Cataldo di Taranto”

Nelle scorse ore abbiamo appreso che, dopo la quarta inaugurazione della prima pietra presso il cantiere del nuovo ospedale San Cataldo di Taranto, opera che sta realizzando Invitalia con i fondi nazionali del Cis, la Regione Puglia vorrebbe procedere alla nomina di un team esperti per consulenze strategiche finalizzate a gestire il passaggio dal vecchio al nuovo nosocomio.

Sulla vicenda il Coordinatore Provinciale di Fratelli d’Italia di Taranto Avv. Dario Iaia interviene  in difesa delle professionalità locali e contro la colonizzazione imposta dalla Regione Puglia.

Tutto questo, come sempre, – dice Iaia – tenendo all’oscuro il territorio tarantino e senza alcuna considerazione per i ruoli istituzionali e professionali presenti nella nostra provincia. Da quanto abbiamo appreso, verrebbero ancora una volta bypassati professionisti, dirigenti e medici che lavorano in sede e conoscono la realtà dei fabbisogni e dell’organizzazione locale, per far spazio a consulenze provenienti da fuori e riconosciute secondo logiche esclusivamente politiche, in barba ai meriti ed alla rappresentanza locale. Non consentiremo che anche una struttura cui è stata affidata la salute dei tarantini, come il “San Cataldo”, diventi strumento per collocare amici, così come la Regione sta già facendo, moltiplicando le poltrone in ogni settore. Ci opporremo – conclude Iaia – a che si dia luogo ad una colonizzazione ad opera di forestieri che non conoscono la nostra terra. Per questa ragione chiederemo, assieme al nostro consigliere regionale Renato Perrini ed a tutto il Gruppo di Fratelli d’Italia in Regione, un’audizione apposita al presidente Emiliano, all’assessore regionale Lopalco e al direttore generale Stefano Rossi per avere chiarimenti sul tema.”    

                                         

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: