Francavilla Fontana: ricattano ragazza per non diffondere video hard sui social

Avevano ripreso di nascosto rapporti sessuali con una ragazza per poi obbligarla a sborsare denaro per evitare la diffusione del filmato hard sui social. Per questo
quattro persone, tra cui un minorenne, sono state arrestate dai Carabinieri. E’ accaduto nel territorio di competenza della compagnia Carabinieri di Francavilla Fontana. Vittima dell’estorsione una ragazza di 30 anni bracciante agricola che aveva avuto rapporti consenzienti con le persone coinvolte. Di fronte al ricatto, la ragazza, ha falsamente accettato di versare le mille euro richieste, ma poi si è rivolta ai militari che hanno predisposto la trappola scattata alla consegna del denaro. Colti in flagranza di reato in manette con l’accusa di tentata estorsione sono finiti quattro brindisini M.C. e S.P. entrambi di 27 anni e M.A. di 24 anni ed un minore. Allo scambio si sono presentati solo in due ma subito dopo l’intervento dei carabinieri attraverso i telefoni cellulari di entrambi è stato accertato il coinvolgimento anche degli altri due. C’erano messaggi che informavano dell’avvenuta consegna dei soldi. Nel corso delle perquisizioni domiciliari effettuate presso le abitazioni degli arrestati, sono stati rinvenuti apparati cellulari utilizzati per riprese cinematografiche e contenenti materiale pornografico. Come disposto dal pubblico ministero di turno, tre degli arrestati sono stati trasferiti presso la casa circondariale di Brindisi, mentre il minore è stato portato nel centro di prima accoglienza di Lecce.

carabinieri-alt

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: