Evento di “Sava nel cuore”. Con il fratello Salvatore per parlare dei sogni di Paolo Borsellino.

E’ uno dei primi eventi organizzati da “Sava nel Cuore” dalla costituzione ufficiale lo scorso 1° Marzo in associazione di Ente Terzo Settore con il Progetto “Sinergia Sava”.

Venerdì prossimo 19 marzo alle ore 19,30 in collegamento in diretta live sulla pagina Facebook dell’Associazione ci sarà un gradito ospite: Salvatore Borsellino, fratello del compianto magistrato Paolo.

Sava nel Cuore, che svolgerà la sua attività nel territorio di Sava e nei luoghi delle Opere Francescane, punta alla valorizzazione in sinergia delle risorse umane, professionali, culturali ed economiche e alla riqualificazione di beni pubblici inutilizzati. 

“Considerando la drammaticità del periodo storico che stiamo vivendo con conseguente ripercussione negativa per tutte le categorie sociali, culturali ed economiche, l’associazione “Sava Nel Cuore – CLS” nasce e si sviluppa su tre pilastri fondamentali: Cuore, Leggerezza e Sinergia. Da qui l’acronimo “CLS” incluso appositamente nella nostra denominazione ufficiale. Avvertiamo – spiega l’associazione nelle premesse del progetto – l’impellente necessità di prendere
più che mai a cuore le sorti della nostra comunità, mettendo in gioco tutto l’amore possibile e agendo con leggerezza, ovvero assumendo tutte le energie positive volte ad alleviare le sofferenze del tempo presente.
Non basta metterci il cuore e agire con leggerezza. È imprescindibile farlo unendo tutte le forze positive, in sinergia!
Alla luce di tutto ciò, il progetto “Sinergia Sava” si articola in due aree:
 Area socio – culturale: si propone di identificare gradualmente nelle opere francescane un vero e proprio polo socio – culturale di attrazione e di riferimento per la comunità savese e quelle circostanti.

 Area socio – economica: si propone di individuare nel tessuto socio economico del paese, giovani laureati, professionisti, artigiani e imprenditori che vogliano entrare in un circuito virtuoso capace di far crescere l’offerta e la qualità dei servizi in risposta alle istanze dei cittadini e del territorio, apportando anche una graduale crescita economica e dell’offerta di lavoro.”

Queste le finalità generali dell’Associazione che conta già numerosissime adesioni: 
 riqualificazione delle opere francescane, ivi compresi museo e biblioteca;  riqualificazione di beni e spazi pubblici inutilizzati presenti nel territorio savese;  sviluppo del turismo sociale, culturale e religioso;  rafforza mento di una cultura nel territorio capace di maggiore inclusione sociale con attenzione ai
bisogni della realtà giovanile;  sostegno alla formazione universitaria, post – universitaria e, in genere, all’ educazione, all’istruzione e alla formazione professionale;  sostegno alla formazione extra – scolastica e prevenzione della dispersione scolastica e contrasto della povertà educativa;  supporto all’inserimento o reinserimento lavorativo;  costruzione di una rete di cittadinanza attiva e introduzione di patti di solidarietà con le istituzioni pubbliche e private, con le realtà associative presenti sul territorio e con le realtà economiche e produttive.

Mentre gli obiettivi specifici saranno i seguenti:
1. Implementare la fruizione e la promozione del Museo Cinese, oltre alle ordinarie visite singole o di gruppi organizzati, anche attraverso una programmazione annuale e a tema di attività e/o eventi (nel numero di 12 o più) di carattere: culturale – coinvolgendo scuole ed università, artistico – organizzando gallerie di pitture o sculture, musicale, teatrale.
La proposizione di suddette attività/eventi sarà organizzata in una sorta di unico contenitore con percorso dinamico all’interno delle opere francescane, che darà l’opportunità all’utente di poter godere di più attrattive, ponendo ovviamente al centro dell’attenzione il Museo Cinese.
Inoltre, sarà avviato e curato l’accesso interattivo su web ed app, con visite virtuali, gallerie online di foto – video e dirette social.
2. Organizzare e coordinare dei tour turistici alla scoperta dei luoghi di interesse naturalistico, storico, artistico e religioso presenti nel territorio promuovendo l’enogastronomia locale.
3. Organizzare laboratori ( e momenti di attività ) sociali, didattici , informatici , multimediali, culturali, artistici, ricreativi e sport dilettantistici, differenziati per fascia di età e comunque orientati all’inclusione sociale.
4. Organizzare uno spazio ludico ma anche di confronto, di ascolto e di supporto psicologico per fascia di età.
5. Attivare uno sportello socio – formativo e professionale di informazione e di indirizzo. 
6. Istituire e rafforzare un coordinamento permanente con le istituzioni pubbliche e private, le associazioni e le realtà economiche e produttive di Sava.
7. Creare una rete sinergica tra le attività produttive/commerciali e i cittadini , introducendo una card a disposizione dei clienti che intendano rivolgersi al circuito di attività aderenti per l’acquisto di beni o di servizi, usufruendo di agevolazioni e/o sconti preventivamente determinati. 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: