A due anni dal crollo stradale Sava ancora senza fogna. Franzoso: “Paese ostaggio dell’immobilismo di Emiliano”

“A due anni dal crollo del manto stradale in un cortile condominiale di Sava – voragine che rivelò un “fiume carsico” di liquami sotto il paese – non c’è ancora un sistema fognante”.
Lo dichiara Francesca Franzoso consigliere regionale di Forza italia.
“Da quell’episodio – va avanti Franzoso – è emerso chiaro lo stato di salute del sottosuolo, danneggiato dal sistema primitivo ed insalubre del reticolo di fosse biologiche, e il rischio sanitario per la popolazione. Condizioni inaccettabili. Ieri come oggi. Peggiorate, semmai, per l’inerzia dell’amministrazione regionale, che ha lasciato il paese in condizioni da Medioevo: senza fogna né depuratore.”
La politica, che per Emiliano è l’arte del non governo, si è nascosta infatti dietro i tavoli della partecipazione. Così – conclude il consigliere – nell’attesa che i comuni di Sava, Manduria e Avetrana insieme a tutte le associazioni aventi come mission il “No al depuratore” si trovino concordi su una soluzione ( cioè mai), a Sava lo scempio ambientale continua. Lodi”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: