Droga tra le cassette, arrestato fruttivendolo

Nascondeva droga tra le cassette della frutta. Un fruttivendolo tarantino è stato arrestato nella tarda mattinata di oggi dai militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Taranto e della Stazione Carabinieri di Taranto-Centro al termine di una perquisizione compiuta con il supporto di un’unità cinofila del Nucleo Carabinieri di Modugno.

Da qualche tempo i Carabinieri tenevano d’occhio il commerciante per una serie di situazioni sospette nella Città Vecchia, in particolare in Piazza de Tullio, nei pressi del suo negozio di frutta e verdura. Nel locale, nascosta sotto il bancone e le cassette della frutta, i militari hanno trovato 250 “panetti” di hashish da 100 gr ciascuno, per complessivo 25 kg, confezionati con del nastro adesivo di colore marrone per imballaggi; alcune tavolette, inoltre, riportavano simboli di contrassegno probabilmente indicanti la partita di provenienza, denominata “VUELING”.
Sono stati trovati inoltre ulteriore nastro adesivo e materiale di vecchi “imballaggi” che si ritiene abbiano contenuto in passato altri panetti, già smerciati.
La droga, insieme alla somma in contanti di 935,00 euro, possibile provento dell’attività illecita del giovane, è stata sequestrata e sarà sottoposta ai successivi accertamenti tecnico scientifici da parte degli specialisti del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Reparto Operativo del Comando Provinciale dell’Arma.
Il fruttivendolo, L.T., 28 anni, incensurato, non è riuscito a dare alcuna spiegazione circa la presenza della droga nel suo negozio ed è stato quindi arrestato per detenzione di ingente quantitativo di stupefacente. Per lui si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Taranto, come disposto dal P.M. di turno, dott.ssa Marina Mannu.

DSC05408

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: