Maltrattamenti e violenze alla convivente. Arrestato incensurato

Maltrattamenti e lesioni aggravate nei confronti della convivente: con questa accusa è stato arrestato ieri mattina un giovane tarantino di 26 anni.
Erano le 11.00 circa quando, sul lungomare di Taranto

, un carabiniere libero dal servizio, mentre si intratteneva con alcuni conoscenti, è stato avvicinato da una donna che chiedeva dove si trovasse la caserma dei Carabinieri. La giovane piangeva, barcollava e si guardava intorno come se fosse inseguita da qualcuno. Effettivamente era così: poco dopo un giovane si è avvicinato correndo e, nonostante l’intervento del maresciallo per impedire l’aggressione, ha afferrato la donna dal giubbotto e l’ha strattonata violentemente facendola cadere a terra. Si è poi allontanato frettolosamente.
La vittima è stata immediatamente soccorsa ed ascoltata dai Carabinieri mentre venivano avviate le ricerche del suo aggressore. Straziante la ricostruzione dei ripetuti episodi di violenza subìti dalla donna durante l’anno di convivenza della coppia. La giovane è stata quindi affidata alle professioniste del centro antiviolenza “Sostegno Donna” per ricevere assistenza psicologica e legale.
Avviate le ricerche dell’aggressore, il giovane è stato in breve bloccato proprio nei pressi della caserma, arrestato ed accompagnato presso il suo domicilio a disposizione del PM di turno, Dott.ssa Daniela Putignano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: