Depuratore. Durante: sindaco e gruppi di maggioranza da che parte stanno?

Il capogruppo di Forza Italia di Manduria Arcangelo Durante ha appreso con disappunto la notizia della revoca del consiglio comunale di Manduria che avrebbe dovuto esprimersi sulla variante proposta dalla Regione Puglia in alternativa al vecchio progetto del depuratore consortile. Alla vigilia della riunione si stava ancora discutendo sulla necessità di tenere il consiglio per bocciare la proposta e produrre un documento unitario in cui si affermava chiaramente il no alla scarico a mare e il no all’attuale ubicazione del depuratore. Esigenza questa condivisa anche da molti consiglieri comunali che sostengono l’attuale amministrazione. Per Arcangelo Durante “Non producendo un atto chiaro che vada nella soluzione indicata, si pesca ancora nel torbido su una vicenda che ha esasperato gli animi dei cittadini proprio per la mancanza di trasparenza”.
“Se effettivamente il sindaco fosse dalla parte dei cittadini come lasciato intendere con il suo ultimo comunicato, avrebbe dovuto tenere il consiglio comunale e produrre un atto concreto espressione della massima assemblea cittadina nella direzione indicata dalla volontà popolare. “Invece ancora una volta – scrive Durante – non solo ha raggirato i suoi consiglieri di maggioranza ma anche i cittadini. Con che faccia il sindaco intende presentarsi alla manifestazione di protesta? E i gruppi consiliari che il sindaco dice di aver consultato da che parte stanno? Se non corrisponde al vero ed invece, dovessero aver subito un’imposizione da parte del sindaco – secondo Durante sono due le azioni possibili: o la raccolta di firme dal notaio o la bocciatura del prossimo Bilancio per mandare a casa questa amministrazione.”

Durante a Bari 1

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: