Depuratore. PD Avetrana: “occorre trovare una sintesi prima dell’incontro con Emiliano”

Sulla questione depuratore consortile Manduria, Sava ed Avetrana devono trovare una sintesi prima dell’incontro fissato per il prossimo 5 Luglio con il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. La richiesta è del Coordinamento di Circolo del PD di Avetrana, che ricorda così come ribadito in più occasioni, di aver lavorato a tutti i livelli istituzionali affinché il Depuratore Consortile Manduria-Sava venisse allontanato dalla zona residenziale e turistica di Urmo Belsito, nonché dalla fascia costiera.
“Oggi, per una questione di competenza, – prosegue nella nota del Direttivo e del Segretario Dott. Grazio Vito Soloperto – la decisione ultima è nelle mani del Comune di Manduria in primis, non trascurando però le posizioni di Sava e Avetrana; in tal senso il Presidente Emiliano ha convocato, a seguito di richiesta scritta, i tre sindaci per Mercoledi 5 Luglio presso il suo ufficio, per tentare di definire una volta per tutte la questione, mostrandosi per l’ennesima volta disponibile a cercare una soluzione.”
Prima di andare a Bari i tre Sindaci, sostiene il circolo PD, devono incontrarsi trovare la sintesi e condividerla con le associazioni, i comitati, i cittadini e i gruppi politici locali. “Ciò servirà ad arrivare all’appuntamento con una proposta unitaria, in modo che il Presidente stesso non avrà problemi ad accettare e far propria una decisione condivisa. In questa fase devono essere “le colombe” a lavorare, per evitare che il filo della speranza si rompa definitivamente.”
Il Pd si rivolge inoltre al Presidente del Comitato Istituzionale, approvato in Consiglio comunale, nonché al Presidente del Consiglio di Avetrana affinché convochino tutte le associazioni e i movimenti che hanno aderito allo stesso comitato per offrire al Sindaco di Avetrana le conclusioni unitarie che egli dovrà manifestare a Bari.
Intanto il PD si dice pronto a proseguire il lavoro di raccordo già intrapreso con la Regione e gli altri Comuni.
“La nostra priorità è tutelare l’interesse delle Comunità coinvolte – prosegue la nota – ed evitare che cittadini innocenti rischino anche procedimenti penali. Invitiamo pertanto i cittadini a manifestare in maniera pacifica. La politica deve decidere, e oggi più che mai bisogna mettere da parte gli individualismi e agire in maniera razionale e condivisa. Il circolo PD di Avetrana ribadisce la propria posizione in merito all’ubicazione del depuratore consortile Manduria-Sava presso contrada “Serpenti” o in altri siti idonei lontano dalla costa e da Urmo Belsito.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: