Depuratore: mobilitazione su più fronti… intanto ecco il video di un depuratore con scarico a mare. VIDEO

Occorre prendere coscienza e capire cosa accadrà a breve sul litorale di Manduria. A metà settembre inizieranno i lavori per la realizzazione del depuratore che prevede un livello di depurazione delle acque basse e una condotta sottomarina in un’area Sic che comprende la riserva naturale. Se è sacrosanto l’obiettivo di dotare il territorio di un depuratore per evitare gli attuali scarichi selvaggi, almeno quelli in città, considerato che la marina non è dotata di rete fognaria, non bisogna rassegnarsi all’idea di consentire che tale impianto possa scaricare le acque in mare. Nel video l’esempio di un depuratore con scarico a mare. Il filmato, girato da Alessandro Busi e postato su Facebook, riguarda la ridente ed industriosa Rimini ma rende bene l’idea di quello che i depuratori tirano fuori. C’è da dire che questo è l’esempio di uno scarico in battigia… quello che si intende realizzare a Manduria sarebbe molto più “discreto” perché nascosto. La condotta sottomarina infatti permette di scaricare in mare “acqua di fogna frullata” senza occhi indiscreti, modificando, però,  il colore del nostro mare.
Intanto ieri mattina a San Pietro in Bevagna il Movimento 5 Stelle ha tenuto gazebo informativi in difesa del mare.
Questa sera, lunedì 28 Luglio alle ore 21.00, sempre a San Pietro in Bevagna in Piazza delle Perdonanze, il sindaco di Manduria dott. Roberto Massafra terrà un pubblico comizio sul depuratore consortile con scarico in mare.
Il sindaco esporrà la posizione del Comune di Manduria e illustrerà le azioni che l’Amministrazione intende intraprendere al riguardo.

VIDEO

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: