Depuratore: La Politica abbandona la difesa del territorio e dei cittadini.

Nonostante l’appello fatto nei giorni scorsi dall’ex consigliere comunale Arcangelo Durante, nessun incontro sul depuratore è stato organizzato dai responsabili della sezione di Manduria di Forza Italia.
C’era la necessità di fare chiarezza dopo le dichiarazioni del consigliere regionale nonché attuale commissario provinciale di Forza Italia, Francesca Franzoso che non avrebbe sostenuto il raduno di protesta dello scorso 7 Aprile per chiedere la delocalizzazione del depuratore come fortemente richiesta in questi anni sia dai re-ferenti del partito sia dagli esponenti del consiglio comunale di Manduria.
Fermo restando la questione all’interno di Forza Italia, Durante ritiene però che lo stesso discorso, utile a capire se si è favorevoli o contrari alla delocalizzazione, debba valere anche per gli altri consigliere regionali del territorio Morgante, Turco, nonché per i partiti, i movimenti e associazioni che, negli ultimi tempi, si sono letteralmente dileguati. Tra questi Manduria Migliore (avv. Sammarco) , Manduria Lab (Tullio Mancino) Lista Girardi, Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Associazione Uniti per San Pietro (Leonardo Stranieri), Io Amo San Pietro in Bevagna (Mimmo Fontana) Associazione Chidro libero (Franco Bruto) ect ect…
Raduno che, purtroppo, a causa del maltempo non si è tenuto nella giornata del 7 Aprile, una data di alto valore simbolico che aveva l’obiettivo di ricordare che, due anni fa, si era ad un passo dalla risoluzione del problema con un’alternativa che consentiva di delocalizzare il depuratore nell’entroterra, ampiamente condivisa da Regione Puglia e Comuni di Manduria ed Avetrana ma poi, inspiegabilmente, messa da parte dall’Amministrazione Massafra che decise di non farla approvare dal consiglio comunale. Che cosa è accaduto in questi due anni? Cosa ha allontanato tutti questi gruppi politici e movimenti? – si chiede Arcangelo Durante. – Dai giorni della protesta hanno cambiato idea e condividono ora il progetto del depuratore a Urmo Belsito?
Intanto, mentre si attendono risposte, prosegue l’impegno dell’ex consigliere Durante che sarà in campo con gli altri gruppi per nuove iniziative sia di protesta che di natura giudiziaria come fatto sinora per scon-giurare qualsiasi inizio dei lavori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: