Avetrana: l’ ANPI ricorda 64 avetranesi che hanno contribuito alla Liberazione

Si è svolta il 13 Gennaio, presso i locali CGIL, l’assemblea degli iscritti ANPI di Avetrana.
Con la presenza del Vicepresidente ANPI, Marcello Barletta, c’è stata un approfondita e fattiva discussione sugli impegni svolti e quelli futuri, dove sono state votate, all’umanità, le seguenti cariche:
– Presidente: Rino Giangrande;
– Vice Presidente: Pierfrancesco Galati con l’incarico di curare anche i rapporti con le istituzioni scolastiche.
Il compito dell’ ANPI di Avetrana, grazie all’ausilio di studi e ricerche svolte dallo storico salentino Pati Luceri, culminate nei suoi 5 libri su Partigiani Deportati e Antifascisti di Terra d’Otranto, sarà quello di riportare alla conoscenza della cittadinanza le figure avetranesi fino a questo momento sconosciuti ai più, che hanno contribuito alla Liberazione, per poter rendere l’Italia uno Stato democratico, antifascista e repubblicano.
L’approfondimento della ricerca ha portato alla luce diversi avetranesi, da ricordare:
– 54 deportati tra cui tre fatti prigionieri dai nazisti in Grecia, morti nel mare Egeo durante il naufragio del Piroscafo “ORIA” il 12 febbraio 1944,in cui perirono 4000 soldati italiani;
– 10 partigiani, uno dei quali, Mazzei Pietro fucilato a Sasso Marconi, nei pressi di Bologna il 10 novembre 1944.
Un’attenzione particolare, sarà rivolta ai 70 anni della Repubblica con varie iniziative nel corso dell’anno, cui si chiederà la partecipazione e la collaborazione di tutte le Associazioni e Istituzioni presenti sul territorio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: