Asl Taranto: al Giannuzzi di Manduria torneranno le attività assistenziali previste dal piano di riordino in atto

La direzione strategica della ASL Taranto e la dottoressa Irene Pandiani, direttrice del presidio Ospedaliero Giannuzzi di Manduria hanno chiarito le notizie apparse in questi ultimi giorni e riguardanti una “presunta” chiusura del reparto di Nefrologia del Presidio Ospedaliero di Manduria.

A partire dal mese di novembre 2020, tutto l’Ospedale “M. Giannuzzi” è stato convertito in Ospedale COVID, secondo le indicazioni ricevute dalla Regione Puglia. Di conseguenza, tutti i pazienti, compresi i pazienti nefrologici, che si sono recati al Pronto Soccorso e che sono risultati negativi al COVID, sono stati trasferiti negli ospedali limitrofi. In ogni caso, è stata garantita l’attività di dialisi nei confronti dei pazienti negativi al COVID (circa 90 persone) e anche, attraverso percorsi differenziati, quella nei confronti di pazienti dializzati positivi al COVID. Presso il reparto di Nefrologia, inoltre, erano stati riservati alcuni posti per quei pazienti dializzati che necessitavano di approfondimento diagnostico.

Dalla scorsa settimana, l’aumento del numero di accessi di pazienti COVID al Pronto Soccorso ha indotto la Direzione Medica a potenziare ulteriormente il numero dei posti letto per pazienti COVID positivi, rendendo necessario lo spostamento di personale e la conseguente sospensione di tutti gli eventuali ricoveri presso la Nefrologia del Presidio.

Nel momento in cui la curva della pandemia tenderà alla riduzione, si ripristineranno tutte le attività assistenziali temporaneamente sospese, nel rispetto del Piano di Riordino deliberato dalla Regione Puglia.

Si sottolinea infine – prosegue la nota – che ieri mattina, presso la struttura di Nefrologia e Dialisi del P.O. Giannuzzi di Manduria che afferisce alla Struttura Complessa di Nefrologia e Dialisi della ASL Taranto diretta dal prof. Luigi Morrone, sono stati complessivamente sottoposti alla somministrazione della prima dose di vaccino 61 pazienti in emodialisi, 3 pazienti in dialisi peritoneale più 4 caregiver. Nelle operazioni di somministrazione delle dosi di vaccino, hanno cooperato il dott. Fabio Pennacchiotti, responsabile della Struttura di Nefrologia e Dialisi di Manduria, la dott.ssa Loso Kwelusukila e il personale sanitario del Punto Vaccinale del Presidio Ospedaliero Orientale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: