Al Parco Archeologico di Manduria “ULTRA MOENIA FESTIVAL e la storia si fa spettacolo”

Dal 9 all’11 luglio, al Parco Archeologico di Manduria, concerti ed eventi. E fanno tappa anche gli Avion Travel.

Concerti, mostre, spettacoli e convegni. E ancora visite guidate, immersioni, passeggiate naturalistiche e laboratori. Tre giorni di eventi nell’“Ultra Moenia Festival- Mediterraneo al centro oltre le mura” che, dal 9 all’11 luglio, è pronto ad accendere i riflettori su Manduria, in provincia di Taranto.

Dal concerto all’alba di Faraualla e Terrae a quello serale degli Avion Travel che celebrano i loro 40 anni insieme, dall’osservazione delle costellazioni per scoprirne miti e storie allo snorkeling alla scoperta del parco subacqueo dei sarcofagi del Re. E poi il tributo a Fabrizio De André, le degustazioni e l’approccio sensoriale dedicato al Primitivo di Manduria, l’archeologia sperimentale, il reading sul viaggio di Ulisse. Un programma ricchissimo- interamente consultabile su www.ultramoeniafestival.info dove sarà anche possibile acquistare i ticket- che mette al centro il territorio, le sue straordinarie risorse, la gente. Ed è per questa ragione che il contenitore di eventi e attività sarà il Parco Archeologico delle Mura Messapiche. Un luogo fortemente identitario che conserva straordinarie tracce del passato: la grande necropoli con circa 2.500 tombe databili tra il VI e II secolo a.C., la grotta naturale del Fonte Pliniano, i tratti della cerchia muraria e le sue postierle, la chiesetta di San Pietro Mandurino con la sua cripta e gli affreschi di epoca bizantina.

Il Festival, promosso dal comune di Manduria, rientra nel Piano Cultura e Turismo che ha come linee guida luoghi, risorse immateriali, creatività e senso di comunità. Valore aggiunto del progetto sono la partnership con il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria e la collaborazione delle associazioni che animeranno il Festival con numerose iniziative.

Già partita la vendita dei biglietti per gli eventi serali, nel rispetto delle norme anti-Covid. Il 9 luglio alle ore 22 lo spettacolo teatrale “Verso Itaca” dell’associazione Terrae. Una performance stilizzata in cui alla voce di Ulisse fa da sponda quella di una Penelope disincantata. Itaca è sogno e illusione, mai la meta. Voce, canto, azione e immagini in un percorso anche fisico in cui si rimanda al mito e all’uomo moderno (6 euro adulti, 4 per i bambini sotto i 12 anni).

Il giorno successivo, 10 luglio ore 22, la poesia si fa canzone con il concerto tributo a Fabrizio De André “Senza calma di vento” a cura de Le Nuvole Quintet. Piccoli oggetti sonori e percussioni a mano, chitarra acustica e arrangiamenti vocali tutti originali che mirano a restituire la bellezza dell’opera. Testi interpretati da cinque voci femminili, in atmosfere forti e soavi al contempo (6 euro adulti, 4 per i bambini sotto i 12 anni).

L’11 luglio doppio concerto. Alle 4 del mattino il Parco Archeologico si sveglia con le voci all’alba di “Sagrademari- strada nel mare per 5 donne e un marinaio che non c’è”. Una favola sonora, prodotta da Terrae e Faraualla, scritta appositamente per il racconto di Stefano Benni, su cui è stata composta una vera e propria partitura musicale per voce e quartetto vocale. Una scia di mare impalpabile tra lingue e dialetti del Mediterraneo. Un suono che diventa canto del mare e dove le voci femminili diventano strumento (ingresso gratuito su prenotazione). La sera stessa- ore 22- il Parco si accende con uno dei gruppi italiani più raffinati, il cui storico repertorio oltrepassa il tempo e lo spazio. A Manduria arriva La Piccola Orchestra Avion Travel che farà tappa con il suo “Opplà Tour” che celebra l’importante anniversario del gruppo nato 40 anni fa. Musica suggestiva che fonde stili e culture diverse. Una dimensione intima e raccolta sulle note di Peppe Servillo (voce), Mimì Ciaramella (batteria), Peppe D’Argenzio (sax), Ferruccio Spinetti (contrabbasso) e Duilio Galioto (piano e tastiere).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: