Accordo Unicredit e Puglia Sviluppo per le PMI

L’accordo stipulato tra Unicredit e Puglia Sviluppo resterà disponibile alle imprese pugliesi fino al 19 settembre del 2015. Se da una parte il numero di micro, piccole e medie imprese (le sole che possono usufruirne) ad interessarsene è stato considerevole, in realtà, tenuta presente la crisi dilagante, ci si aspettava qualche cosa di più. Le condizioni infatti risultano oggettivamente vantaggiose sia come facilità di accesso (con la “garanzia offerta da Puglia sviluppo spa) che come condizioni economiche.

Le procedure di valutazione delle domande tra l’altro avvengono in tempi molto rapidi anche se, dati gli importi, non possono essere di certo paragonati ai tempi dei prestiti veloci online

(ma comunque si hanno risposte in tempi utili per poter sostenere vari orizzonti di programmazione).
L’accordo prevede l’erogazione di somme alle pmi e micro imprese che abbiano un discreto stato di salute finanziaria (non sono ammesse infatti quelle in liquidazione) e che siano regolarmente iscritte nell’apposito registro della camera di commercio di una delle province Pugliesi. Non è necessario che le pmi abbiano sede legale nel territorio della puglia, ma basta che vi abbiano una qualche sede operativa.

Per i settori di appartenenza non ci sono limitazioni, essendo ammesso anche quello agroalimentare e quello dei Trasporti (nel quale sono escluse le spese utilizzate per l’acquisto dei mezzi). La percentuale massima di finanziamento è pari al 30% di quella complessiva, tra i 50 mila ed i 400 mila euro. Ci sono delle limitazioni sulla tipologia di finanziamento che è alla base di questo accordo e cioè: il finanziamento di riferimento deve avere una durata massima di 7 anni; ove previsto, il pre-ammortamento non può eccedere i 24 mesi, oltre a non poter essere assistito da garanzia personale o reale come ipoteca o pegno.

Le domande vanno effettuate rivolgendosi, con l’uso dell’apposita modulistica, a Puglia Sviluppo spa, anche se successivamente per l’esito bisognerà attendere che si esaurisca la fase di valutazione dell’Unicredit di competenza.

 

soldi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: