Martina Franca. Truffatore in trasferta identificato dalla Polizia

Un uomo di 37 anni, originario della provincia di Napoli, è stato denunciato dagli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Martina Franca per truffa aggravata.

I fatti risalgono allo scorso 2 marzo, quando una donna di 85 anni chiese aiuto alla Polizia perché accortasi di essere stata vittima di una truffa.
Ai poliziotti, giunti presso la sua abitazione pochi minuti dopo, la donna riferì che nella mattinata aveva ricevuto una telefonata da un individuo che gli comunicava che uno dei suoi due figli era rimasto coinvolto in un incidente stradale.
La donna, in preda all’agitazione, chiese maggiori notizie sulle condizione di salute del figlio, ma l’interlocutore le rispose che non poteva darle alcune notizia poiché era ricoverato presso una struttura ospedaliera, ed aggiunse che a breve si sarebbe recato presso la sua abitazione un avvocato a cui doveva consegnare la somma di 2mila euro per poterlo tutelare legalmente.
Infatti, dopo circa 15 minuti nell’abitazione della malcapitata signora si presentò un uomo di circa 50 anni, qualificandosi come avvocato. La donna lo fece accomodare per farsi raccontare ulteriori dettagli sulla vicenda, e allo stesso tempo gli consegnò la somma di denaro contante richiesta.
Ricevuti i soldi, l’uomo insistette affinché la donna gli consegnasse anche oggetti in oro o altro denaro vista la complessità del “caso” e non riuscendo ad ottenere più alcunché si allontanò velocemente facendo perdere le proprie tracce.

L’anziana signora si accorse di essere stata truffata solo quando, poco dopo, giunse a casa sua proprio quel figlio che credeva in ospedale in gravi condizioni.

Le indagini avviate immediatamente dagli investigatori, effettuate anche attraverso la visione di alcuni file de sistema di videosorveglianza di esercizi commerciali della zona, non hanno però lasciato scampo al malvivente che è stato identificato e deferito all’A.G. competente.
Ancora una volta la Polizia di Stato raccomanda agli anziani, il più delle volte vittime prescelte dai truffatori, di essere cauti in situazioni dubbie e di ricorrere sempre alle Forze dell’ordine che interverranno per dare loro sostegno e sicurezza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: