Ilva. Labriola (Misto): “Mettere al sicuro l’azienda e riscattare la città”

“La vendita e il rilancio dell’Ilva di Taranto, per la quale sono giunte 29 manifestazioni di interesse, devono andare di pari passo con il riscatto della città e con la tutela di tutti i lavoratori, compresi quelli dell’indotto. Serve un percorso virtuoso che consenta di affrontare e superare problematiche annose, da quelle della sicurezza sul sito produttivo, a quelle ambientali e sanitarie del comprensorio e dei suoi abitanti, al riscatto di una città per troppo tempo umiliata”, lo afferma l’onorevole Vincenza Labriola del Gruppo Misto alla Camera dei Deputati.
“I danni provocati negli anni dall’Ilva alla città di Taranto sono enormi – prosegue Labriola –. La gestione scellerata dello stabilimento ha infatti messo in ginocchio un’intera città, con il sequestro degli impianti, la crisi del porto, la distruzione dei mitili e dell’allevamento. Un deserto totale in un territorio già economicamente poco dinamico, che deve essere rimesso al più presto in moto. Attendiamo ora di vedere nel dettaglio le offerte e i piani industriali dei pretendenti. L’Ilva sia per Taranto madre e non matrigna”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: