Manduria. PugliAmica-Vivere nei parchi: fitness e liberazione fauna selvatica riabilitata

Dopo la pausa estiva riparte PugliAmica – Vivere nei Parchi, progetto finanziato dalla Regione Puglia e finalizzato alla scoperta del territorio ed al raggiungimento del giusto equilibrio psicofisico attraverso lo svolgimento di attività sportive e ricreative all’aria aperta.
In particolare sono prossimi due eventi: Domenica 9 settembre alle ore 10.30, presso il bosco dei Cuturi, si ricomincerà con una sessione di fitness a cura dell’esperto Antonio Spada che guiderà i partecipanti nell’esecuzione di esercizi a corpo libero.
Ne ha dato notizia la stessa Riserva Naturale di Manduria che ha già raccolto tante adesioni nella prima parte del progetto capace di coinvolgere un ampio numero di iscritti appartenenti ad ogni fascia d’età che con entusiasmo hanno condiviso, durante i weekend del periodo aprile-luglio, la scoperta di angoli del nostro patrimonio naturalistico custodito all’interno delle Riserve Naturali del Litorale Tarantino Orientale. Oltre ai momenti dedicati all’esercizio fisico, insieme ad esperti nutrizionisti, è stato affrontato il tema della sana alimentazione che, se coadiuvata da uno stile di vita attivo, apporta grandi benefici all’organismo ed è un valido strumento per la prevenzione, la gestione e il trattamento di molte patologie. Automatico quindi il passaggio all’approfondimento cognitivo, ovvero alle degustazioni dei prodotti della nostra tradizione alimentare, a cura della Pro Loco Manduria, considerati ormai pilastri della dieta mediterranea e patrimonio dell’Unesco.
“Le parole chiave dell’iniziativa – spiegano i responsabili dell’Area Protetta – sono come sempre salute, cultura e ambiente, e proprio in merito a quest’ultimo tema rinnoviamo l’invito soprattutto ai bambini per l’appuntamento di martedì 11 settembre alle ore 11.00 presso il bosco dei Cuturi, dove verranno rilasciati in natura numerosi esemplari di fauna selvatica curata e riabilitata dall’Osservatorio Faunistico Regionale.”
La struttura regionale opera in sinergia con il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari e il Centro di recupero territoriale, affidato alle Riserve Naturali di Manduria.
Il personale tecnico coglierà l’occasione per promuovere il proprio impegno nella tutela della biodiversità e per sensibilizzare grandi e piccini al rispetto dell’ambiente e delle creature che lo abitano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: