Taranto: Sospeso Concorso pubblico della Kyma Ambiente, la Polizia indaga per truffa aggravata

Il concorso pubblico per l’assunzione di 11 ispettori ambientali di Kyma Ambiente AMIU Spa, la società municipalizzata che si occupata dell’igiene urbana di Taranto è finito nel mirino della Procura della Repubblica di Taranto.

C’è il sospetto che alcuni candidati fossero già a conoscenza delle domande prima della prova d’esame. La squadra mobile si è recata nella sede della Svam, scuola volontari dell’aeronautica militare, sede della prova scritta del concorso e ha sequestrato tutta la documentazione per il prosieguo degli accertamenti. Nel corso del controllo, i poliziotti hanno effettuato anche diverse perquisizioni locali, essendo emersi diversi elementi che si stesse consumando l’ipotesi di reato di truffa aggravata allo Stato da parte di alcune persone presenti. Un dirigente della società, nei cui confronti sarebbero emersi gravi indizi interrogato per ore dagli inquirenti, avrebbe ammesso le proprie responsabilità. La prova selettiva consisteva nel rispondere in maniera articolata a 5 quesiti. 750 i candidati iscritti, ma alla prova di ieri se ne sono presentati 288.  

Intanto il Consiglio di Amministrazione di Kyma Ambiente, convocato in data odierna, ha determinato la sospensione, in via di autotutela, di tutte le procedure di selezione in atto.
Eventuali nuove determinazioni verranno tempestivamente comunicate dall’azienda.