Taranto: sequestrate cozze nere raccolte in aree vietate e cozze in cattivo stato di conservazione

Sono stati sorpresi mentre trasportavano, a bordo di due imbarcazioni a motore, 400 Kg di cozze nere raccolte dagli impianti del I seno del Mar Piccolo, vietati dall’ordinanza regionale che disciplina la coltivazione e la movimentazione dei mitili nello specchio acqueo per la presenza di diossina e Pcb oltre i valori-soglia. Cozze destinate alla vendita se non fossero intervenuti i carabinieri del Reparto Operativo del comando provinciale e del Nas di Taranto, in una operazione congiunta con la Guardia Costiera che hanno denunciato i due pescatori di 55 e 38 anni. Nell’ambito della stessa attività di controllo, i militari del Nas di Taranto hanno sorpreso 4 uomini mentre commercializzavano, in diversi quartieri della città, mitili e prodotti ittici in cattivo stato di conservazione, privi di bollo sanitario, di etichettatura e certificazione attestante la zona di provenienza e di produzione. I carabinieri hanno sequestrato complessivamente 110 kg di cozze nere e 30 kg di prodotti ittici di vario tipo. I commercianti ambulanti sono stati denunciati in quanto ritenuti responsabili, a vario titolo, di produzione, detenzione e commercializzazione di sostanze alimentari nocive, nello specifico frutti di mare, di inottemperanza ad un provvedimento dell’Autorità e di commercializzazione di alimenti in cattivo stato di conservazione. I mitili e i prodotti ittici sono stati distrutti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: