Taranto: la Asl avverte dei rischi sul consumo di mitili venduti abusivamente

Consumare cozze e mitili acquistati sulle bancarelle improvvisate di venditori abusivi può causare problemi per la salute. Lo ha reso noto la Asl di Taranto che, in seguito alle note vicende che hanno interessato il comparto della mitilicoltura tarantina negli ultimi anni, d’intesa con la Regione Puglia ed il Comune di Taranto sta attuando una serie di attività dedicate alla regolarizzazione degli impianti ubicati nel Mar Piccolo e Mar Grande di Taranto, alla sorveglianza delle zone di produzione ed al controllo della vendita dei mitili sull’intero territorio al fine di tutelare la salute pubblica. Per non vanificare le azioni intraprese, di fronte al continuo aumento dei banchetti di vendita abusivi di frutti di mare ed in particolare di mitili su tutto il territorio della Provincia di Taranto, la ASL in una nota avverte la popolazione dei rischi sanitari derivanti dal consumo di tali alimenti del tutto privi di qualsiasi forma di tutela. “Le cozze per poter andare al consumo umano devono essere vive e vitali ed essere commercializzate nelle pescherie autorizzate, esclusivamente transitando attraverso centri di depurazione e spedizione riconosciuti ai fini della tracciabilità del prodotto stesso. – spiega la Asl – Notoriamente i molluschi bivalvi filtratori hanno al loro interno una carica batterica legata alla zona di produzione, carica che, in caso di stoccaggio del prodotto in ambienti con temperatura non controllata, aumenta in modo esponenziale, ponendo il consumatore in una condizione di rischio elevato di contrarre malattie
A ciò si aggiunge la pessima abitudine di sgusciare il prodotto su tali banchetti abusivi in precarie condizioni igieniche e a temperatura ambiente con esposizione delle vaschette agli agenti atmosferici e conseguente sicuro peggioramento delle caratteristiche fisiche e microbiologiche. – Il consiglio della Asl è quello di acquistare i mitili esclusivamente nei punti vendita autorizzati e sottoposti quindi a scrupolosi controlli sulla provenienza e sulle caratteristiche igienico sanitarie.cozze abusive

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: