Raggirava negozi e locali pubblici: denunciato truffatore seriale.

LECCE – Sarebbe l’autore di truffe messe a segno, con modalità simili, ai danni di commercianti. Un 42enne di Lecce, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato dalla Polizia dopo averlo identificato grazie alle descrizioni fornite dalle vittime e alle immagini del sistema di videosorveglianza.
L’uomo ieri mattina si era presentato presso una rivendita di vini di Lecce ed aveva chiesto del denaro per sponsorizzare una festa in un noto centro sportivo. Il truffatore era riuscito a convincere la commessa a consegnargli il denaro fingendo di telefonare alla proprietaria di cui sosteneva avere il numero, ed aveva fatto credere che la sua proposta fosse stata accettata per un compenso di 120 euro.
Quando la ragazza ha scoperto di essere stata raggirata, ha informato i poliziotti delle Volanti, ai quali ha fornito una dettagliata descrizione supportata dai fotogrammi delle telecamere istallate nel locale: un uomo piuttosto giovane, alto circa 1,80 m., di corporatura magra con indosso una maglietta a maniche corte di colore scuro e jeans, e un paio di occhiali da sole.
Gli agenti hanno così identificato il 42enne residente nel capoluogo salentino che già nei giorni scorsi di era reso responsabili di simili episodi. Il 19 luglio, per esempio, si era presentato presso un bar sostenendo di dover consegnare delle candele alla citronella e, per essere ancora più convincente, aveva esibito anche una fattura, rigorosamente falsa, per un totale di 84 euro. Di fronte alla diffidenza della proprietaria, si era impossessato di 30 euro che la donna aveva in mano ed era fuggito a bordo di una Fiat Bravo. Ancora prima, il 13 luglio, con lo stesso escamotage il 42enne era riuscito a farsi consegnare 120 euro dall’ignara commessa di un altro bar di Lecce.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: