Scioperano gli operatori ecologici: appello a limitare i rifiuti

Gli operatori del settore “igiene ambientale” osserveranno due giorni di sciopero in tutte le regioni. L’astensione dal lavoro è stata indetta dalle principali sigle sindacali a livello nazionale, e sarà attuata in tutte le regioni i prossimi Mercoledì 13 Luglio e Giovedì 14 Luglio
Ribadendo l’invito fatto dal Sindaco di Taranto Dr. Ippazio Stefàno lo scorso 29 giugno, l’Amiu S.p.A. sollecita ulteriormente l’utenza a ridurre all’indispensabile il conferimento dei rifiuti a partire dalla mattina di Mercoledì 13 Luglio e fino alla notte di giovedì 15 Luglio. Non potendo prevedere le percentuali di adesione e l’effettiva disponibilità di personale, infatti, e non potendo precettare i lavoratori (l’attività di raccolta dei rifiuti solidi urbani, da normativa, non rientra tra le prestazioni minime indispensabili per cui è possibile farlo), nelle due giornate di sciopero e in quelle immediatamente successive potrebbero generarsi pesanti conseguenze per il pubblico decoro.
Per potervi ovviare, pertanto, una delle strade più facilmente praticabili è limitare il conferimento nei cassonetti, rimandandolo a Venerdì. Si tratterebbe di una misura di salvaguardia: la capienza dei cassonetti, in questo modo, sarebbe sufficiente ad ammortizzare l’impatto di eventuali ritardi nelle operazioni di raccolta.
L’Amiu di Taranto si appella alla comprensione e al senso civico della popolazione tarantina, affinché l’espressione di un sacrosanto diritto da parte dei lavoratori non debba avere come conseguenza un evitabile carico di oneri per loro e per la città. L’impegno dei lavoratori dell’Amiu S.p.A. e della azienda tutta sarà garantire un immediato rientro alle condizioni di normalità, anche mediante lavoro straordinario, nelle giornate successive allo sciopero.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: