Sava: “Chi semina raccoglie – orto solidale”, l’Anffas apre ai volontari

Si chiama “Chi semina raccoglie – orto solidale” il progetto ideato e realizzato da Anffas Sava e promosso dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, finalizzato alla valorizzazione del volontariato, in partenariato con il Comune di Sava, l’associazione Movidabilia, il laboratorio gastronomico dello chef Alfredo Garibaldi e l’associazione Salam.

Il progetto, della durata di 6 mesi, consentirà a 20 persone con disabilità intellettiva e/o relazionale di vivere un’esperienza di orto-terapia e ad un gruppo di volontari di fare formazione ed essere parte attiva del percorso, a termine del quale è previsto un evento enogastronomico presso il ristorante “Alfredo” a Grottaglie, dello chef Alfredo Garibaldi.

Il progetto sarà presentato ufficialmente il prossimo 10 marzo alla presenza di:
Dario Iaia, Sindaco del Comune di Sava;
Giuseppe Saracino Assessore Servizi Sociali Comune di Sava;
Leonardo Desantis, Presidente Anffas onlus di Sava;
Maria Pia Desantis, Resp. di progetto e Vice Presidente Ass. Movidabilia; Fabio Lomartire, coordinatore del progetto; Antonietta Podda, Presidente Ass. Salam; Chef Alfredo Garibaldi, Formatore enogastronomico

È ancora possibile candidarsi per far parte della squadra di volontari che seguiranno il progetto: l’attività di volontariato, con rimborso spese, vuole favorire le competenze lavorative, la cittadinanza attiva, la conoscenza della disabilità intellettiva e relazionale e dell’orto-terapia nonché l’abbattimento delle barriere culturali che circondano il mondo della disabilità.

Per aderire all’iniziativa come volontari è possibile scrivere a anffasonlussava@libero.it

volantino anfass2

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: