Protezione solare giusta contro rischi esposizione al sole

L’estate è ormai all’apice e con essa la voglia di vacanza, di mare o di montagna, di sole all’aria aperta.

Ma la pelle va protetta contro i rischi di una esposizione incontrollata. Per far conoscere il modo più corretto di esporsi al sole così da trarne vantaggio senza incorrere in rischi, le estetiste di Confartigianato Taranto hanno avviato una campagna specifica di informazione.

Oggi sappiamo – spiega Raffaella Semeraro, Presidente Provinciale di Confartigianato Estetica – che il sole può essere un valido aiuto, pensiamo alla sintesi della vitamina D per le ossa e la pelle stessa, ma a patto che durante l’esposizione ci sia un’adeguata protezione con prodotti sicuri e testati come quelli in vendita presso i centri estetici. Ma non basta comprare i prodotti giusti nei posti giusti, bisogna anche sapere che finita la stagione estiva i prodotti aperti vanno buttati via, perché ormai hanno perso le loro caratteristiche e rischiano l’anno dopo di essere inutili se non addirittura dannosi.”
“L’estetista professionista, possiede un bagaglio di conoscenze e competenze che la mettono in grado di consigliare nel migliore dei modi il cliente. Pensiamo a come si svolge il lavoro di chi opera in questo settore: in un ambiente para sanitario, con requisiti stringenti sia in termini strutturali che d’igiene. Nel massimo rispetto della privacy l’estetista accoglie i suoi clienti. Di essi conosce abitudini e stili di vita, eventuali situazioni di salute e, non ultimo, conosce a fondo la pelle, se non altro per i trattamenti che fa. Per tutto questo l’estetista è in grado di valutare se l’esposizione al sole può essere, per quella persona, un rischio basso, medio o alto. Può dare consigli sulle ore in cui esporsi, che cosa fare dopo e sul come applicare il prodotto a tutta la famiglia, bimbi compresi”.
Quali i consigli giusti, allora, per le vacanze?
“Rivolgetevi sempre ad un’estetista con un istituto o centro regolarmente aperto evitando per avere la certezza e la garanzia che non si tratta di improvvisati e inadeguati soggetti che si professano estetiste o massaggiatori. In vacanza portiamo con noi i prodotti acquistati dalla nostra estetista e quando siamo in spiaggia applichiamoli come ci ha indicato. Evitiamo tutti quei soggetti che popolano le nostre spiagge e che vorrebbero farci massaggi, tatuaggi ecc. Va ricordato – conclude Semeraro – che è anche un reato sanzionabile accettare di farsi fare un massaggio in spiaggia da personale non autorizzato.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: