Perquisizione della Digos nell’ufficio del sindaco: acquisiti documenti

Brindisi – Funzionari della Digos di Brindisi questa mattina hanno fatto accesso a Palazzo Nervegna, all’interno degli uffici del sindaco, ed hanno notificato quattro avvisi di perquisizione e sequestro ed altrettanti avvisi di garanzia nei confronti del primo cittadino Mimmo Consales, del dirigente comunale Cosimo Saracino, dell’ex direttore di Equitalia di Brindisi Giuseppe Puzzovio e a un commercialista di Lecce. I reati ipotizzati sono riciclaggio, ricettazione, abuso d’ufficio e concussione per vicende relative alla società News S.a.s..

Gli agenti hanno dunque lasciato gli uffici portando via alcuni documenti relativi a cartelle esattoriali non pagate e riferibili alla ditta News di proprietà del sindaco fino a pochi mesi prima della sua elezione.

Consales, confermando l’acquisizione di nuova documentazione relativa all’inchiesta già avviata nei mesi scorsi dai pm Giuseppe De Nozza e Savina Toscani, ha ribadito “pieno e profondo rispetto nei confronti della magistratura e piena collaborazione all’indagine”.

polizia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: