Oltre otto chili di artifici pirotecnici scoperti in un appartamento ed un’ officina

Oltre otto chilogrammi di artifici pirotecnici sono stati sequestrati ad un 50enne della provincia di Lecce

dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza che, in esecuzione di precise direttive del Comando Regionale Puglia di Bari, hanno avviato in questi giorni che precedono i festeggiamenti del Natale e della Fine dell’Anno, controlli per il contrasto alla vendita abusiva di giochi pirici pericolosi.
Nel corso di una perquisizione effettuata dalle Fiamme Gialle salentine all’interno dell’ appartamento ed dell’officina dell’uomo, con precedenti specifici in materia, hanno trovato 8,5 chilogrammi di materiale esplodente rientrante nelle categorie IV e V detenuto illegalmente, oltre a 6.607 componenti professionali per il confezionamento abusivo di giochi pirotecnici.
Nei locali sono state rinvenute anche alcune attrezzature professionali per la lavorazione artigianale di materiale esplodente e, nelle immediate vicinanze, alcune casse contenenti, tra l’altro, “botti” e fuochi d’artificio già perfettamente confezionati e pronti per essere utilizzati.
Il materiale esplodente, di diversa qualità e manifattura, data l’elevata massa attiva, aveva un alto potere deflagrante tale da poter provocare, in caso di innesco accidentale, notevoli danni al fabbricato e alle abitazioni circostanti.
Il proprietario non è stato in grado di esibire alcuna documentazione che ne giustificasse il lecito acquisto ed anzi, nel corso dell’operazione, i militari hanno accertato che il materiale rinvenuto veniva prodotto abusivamente, in maniera artigianale, violando le norme sulla sicurezza e senza adottare alcuna cautela per la pubblica incolumità.
Il responsabile, pertanto, è stato deferito alla procura della Repubblica di Lecce per detenzione e fabbricazione abusive di prodotti esplodenti e per ricettazione.

sequestro-gdf-19122016

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: