Manduria è Vittima di un’emergenza ambientale. Manduria Lab chiede Commissione Speciale per accertare inquinamento

“Alla lunga lista dei Comuni del circondario, i cui rifiuti vengono smaltiti presso la discarica “Manduria
Ambiente”, si aggiunge ora quello di Poggiardo, che si “alleggerisce” a nostre spese di una parte
(quanta parte?) dei rifiuti umidi, che 48 comuni salentini scaricano presso la sua discarica. La motivazione di questa decisione, presa dai vertici regionali, è che la vita degli abitanti di quel comune è resa impossibile dai cattivi odori.”
E’ Manduria Lab laboratorio politico progressista a commentare in una nota la notiziadell’arrivo a Manduria di rifiuti organici provenienti dai comuni Leccesi
“Sembra quasi una beffa per una città come la nostra che da anni è afflitta dallo stesso problema, che danni reclama la sua risoluzione e che proprio recentemente ha messo in atto un’azione di protesta, con un esposto alla Procura della Repubblica, firmato da una trentina tra associazioni, comitati e movimenti politici, con una manifestazione di piazza ed un documento rivolto alle autorità comunali in cui si chiede di fare chiarezza sulle emissioni odorigene, nonché l’istituzione di una Consulta Ambientale per affrontare i tanti problemi legati alla gestione del territorio che incidono sulla salute dei cittadini.
In questi anni abbiamo assistito alla sopraelevazione di due discariche e ad una indagine sulla presenza di
rifiuti tossici occultati presso un’azienda che ha sede nella nostra Città, oltre ad una vertenza ancora aperta
relativa alla costruzione di un depuratore consortile.”
“Manduria Lab, facendosi portavoce della preoccupazione della cittadinanza, ha sempre sostenuto che la Città di Manduria sia vittima di una vera e propria emergenza ambientale, cui di certo contribuisce la posizione baricentrica rispetto alle zone industriali di Taranto e Brindisi.
A conferma di ciò ci sono i tantissimi casi di neoplasie tiroidee, che si diffondono a macchia d’olio tra i suoi
abitanti.”
Per Manduria Lab le istituzioni comunali hanno il dovere di agire, prima che sia troppo tardi! Per questo è stato protocollato all’attenzione della Commissione Straordinaria del Comune di Manduria, che detiene la responsabilità della Sanità Pubblica, una ulteriore richiesta, per la costituzione di una commissione speciale ambientale allo scopo di accertare i livelli di inquinamento che interessano la nostra comunità.
“Questa commissione – conclude Manduria Lab – dovrebbe essere formata dai responsabili dell’Ufficio Ambiente del Comune di Manduria, dai tecnici dell’Arpa Regionale e dalla Asl di Taranto ed avere come scopo quello di monitorare la qualità dell’aria e dell’acqua e relazionare entro un arco di tempo definito.”
Manduria Lab ha annunciato, infine, che si farà carico di riconvocare tutti i gruppi e i cittadini che hanno dato vita al Comitato “Aria Pulita”, per “verificare insieme l’opportunità di programmare ulteriori azioni di contrasto a questa decisione calata sulle nostre teste”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: