Manduria: V Ed. “A spasso tra le nuvole – Premio Stefano Contessa”

Anche quest’anno il Festival – Concorso Internazionale “A spasso tra le nuvole” ha assegnato i Premi intitolati alla memoria di Stefano Contessa. Nel corso di questa V edizione

sono stati selezionati 12 cortometraggi divisi in due sezioni: Film d’animazione e Cortometraggi fiction. La giuria formata da esperti di cinema, giornalisti e scrittori quest’anno era presieduta dall’attore barese Gianni Ciardo.
Al termine della visione la scelta è ricaduta su una commedia degli equivoci, una riflessione tra cielo e terra, un viaggio intergalattico.
Il voto del pubblico ha premiato Dad in mam del francese Fabrice Braqc, un esilarante sketch tra due dolcissime bambine intorno al grande mistero dell’amore e della procreazione.
La giuria ha premiato quale “Miglior corto d’animazione”: We can’t live without cosmos del russo Kostantin Bronzit, che ha declinato la grande tradizione slava dell’animazione con la migliore vena fantascientifica di Tarkovskji e i suoi viaggi intergalattici senza ausilio di navicelle e razzi a propulsione. The boy by the sea ( Il bambino e il mare) è invece il Miglior Cortometraggio. In soli 7 minuti l’olandese Vasily Chuprina racconta l’improbabile amicizia tra un bambino intento a lanciare pietre sul mare ed il vecchio guardiano del faro: da una parte l’esperienza, dall’altra l’ immaginazione i due scoprono insieme una verità diversa sulle acque del mare riflessione che porta a pensare che quello che finisce sottoterra, coincide perfettamente con quello che sta sopra, il cielo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: