Manduria: Isola Ecologica a San Pietro in Bevagna. Il GEA individua sito alternativo

In attesa della verifica politico-amministrativa della Giunta Esecutiva e ribadendo il suo ruolo indipendente all’interno dell’amministrazione in carica, GEA GRUPPO ECOLOGISTA AUTONOMO fa conoscere le soluzioni che intende proporre per altre due importanti questioni di grande interesse per il territorio: L’isola ecologica di San Pietro in Bevagna

e il problema annoso dei cattivi odori che invadono la Città. (che riportiamo in altro articolo)
Sito Isola Ecologica in C.da Marina-Acquarone a San Pietro in Bevagna
“GEA, in un comunicato-intervista rilasciato poco tempo fa, aveva già affermato che il sito, individuato nel 2017 dal Commissario Prefettizio, era stato infelice e poco idoneo e che alla prima occasione utile, sarebbe stato rimesso in discussione. Durante la seduta del Consiglio Comunale del 20 luglio u.s., in una nostra dichiarazione, abbiamo inoltre confermato la non idoneità del sito e la necessità di individuarne uno diverso. Ebbene, in attesa dell’approvazione definitiva della variante urbanistica da farsi in Consiglio Comunale entro 60 giorni, ovvero entro il 20 settembre p.v., il lavoro effettuato da GEA ha portato all’individuazione di un sito alternativo sempre in zona Marina, di proprietà del Comune e senza alcun vincolo rispetto al PPTR (Piano Paesaggistico Territoriale Regionale). Riteniamo possa essere idoneo per ospitare il progetto del CCR (Centro
Comunale di Raccolta differenziata dei rifiuti) attraverso una sua rivalutazione tecnico-economica. Va ricordato che il progetto ad oggi assentito, gode di un finanziamento da parte della Regione Puglia, il cui mantenimento, in caso di sito alternativo, andrà verificato dagli uffici preposti; ad ogni modo, riteniamo che la politica debba considerare prioritaria la salvaguardia del territorio e dell’interesse collettivo.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: