Manduria. Autisti ospedale Giannuzzi: precisazioni UIL FPL

UIL FPL ha ritenuto di fare delle precisazioni sull’attività svolta dagli autisti impiegati all’Ospedale “Giannuzzi” di Manduria.
“In merito alle notizie di stampa, apparse su giornali locali, in cui si sostiene che avere cinque autisti all’Ospedale Giannuzzi, di Manduria a fronte di un’unica ambulanza ha del paradossale, la UIL FPL ritiene utile fare chiarezza. Gli autisti in questione, infatti, svolgono la loro attività distribuiti quotidianamente in tre turni. In due garantiscono il trasporto nel turno della mattina, mentre pomeriggio e notte è presente un’unica unità lavorativa. I suddetti lavoratori non guidano solo le ambulanze ma, anche, auto di servizio. Sono loro che trasportano le sacche di sangue prelevate dall’Ospedale SS. Annunziata, sono loro che ritirano i farmaci chemioterapici dall’Ospedale Moscati, sono sempre loro che si occupano del trasporto secondario di pazienti che hanno necessità di essere trasferiti in altri reparti o hanno necessità di eseguire accertamenti. Pertanto, nessuno di loro per giustificare la presenza in servizio ha necessità di fare “alcun sorteggio”.

La UIL FPL coglie, invece, l’occasione per sottolineare l’importanza di implementare le unità lavorative presso il nosocomio della città messapica. L’Ospedale Giannuzzi per molte attività rivolte alla popolazione è fortemente legato al SS. Annunziata di Taranto; avere, quindi, un trasporto efficace significa rispondere adeguatamente alla esigenze di sicurezza per la popolazione della provincia. Pertanto la UIL FPL auspica vi sia un implemento dei mezzi e delle unità lavorative. “Infine ci sia consentito ricordare, – si legge in una nota – senza voler fare polemica con alcuno, che i lavoratori pubblici che quotidianamente offrono la propria professionalità, in favore della popolazione, forse avrebbero diritto a ricevere una maggiore considerazione. La deriva populista alla quale assistiamo quotidianamente – sostiene Emiliano Messina UIL FPL, nei confronti dei lavoratori pubblici non fa bene a nessuno e spesso genera un clima di sfiducia e sospetto nelle Istituzioni Pubbliche che non fa bene all’utenza, qualunque essa sia, e ai lavoratori stigmatizzati come “inutili” nel migliore dei casi. La UIL FPL ritiene importante invertire questa tendenza e sottolinea la serietà delle tante professionalità che hanno contribuito alla crescita del paese”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: