Manduria: amministrazione paralizzata, i 5 Stelle incontrano il Commissario dott. Saladino

Uno spaccato davvero apocalittico della situazione amministrativa del nostro Comune, dovuto soprattutto a decenni di immobilismo amministrativo in quasi tutti i settori, e che ne ha provocato la completa paralisi. E’ quanto emerso nel corso dell’incontro avvenuto lunedì scorso tra una delegazione del gruppo politico Manduria 5 Stelle e il Commissario Prefettizio il dottor Vittorio Saladino, che, da circa 2 mesi, insieme ai dottori Luigi Scipioni e Luigi Cagnazzo, compone l’esecutivo del governo comunale.
“Decenni di mancata programmazione del territorio, di carente attività di ricerca di finanziamenti europei, ha sicuramente compromesso qualsiasi possibilità di sviluppo del territorio.
Nel corso di questo colloquio, durato circa 90 minuti, – spiegano gli esponenti pentastellati – abbiamo informato il Commissario Prefettizio delle nostre attività su Manduria, le quali hanno sempre avuto come obiettivo primario l’interesse comune e non la propaganda per la mera raccolta del consenso.” Numerosi gli spunti offerti offerti dai 5 Stelle per una migliore collaborazione cittadini- amministratori che è possibile però con piccoli strumenti alcuni anche a costo zero per il bilancio comunale:
“Abbiamo chiesto la reintroduzione nello Statuto Comunale di strumenti partecipativi e decisionali quale il “Regolamento per la Partecipazione Popolare e Referendum”, da noi redatto e, nel 2013, approvato dal Commissario Straordinario dr. Aldo Lombardo, successivamente purtroppo stralciato dall’ultima amministrazione.
Abbiamo inoltre discusso di decoro urbano con l’adesione al progetto “Decoro Urbano.org”, di discariche e della loro messa in sicurezza, di cattivi odori, della definitiva assegnazione alle associazioni di volontariato e cooperative sociali dei beni confiscati alla mafia, di sicurezza, di viabilità, della questione depuratore, di randagismo, di Igeco e dell’assenza ancora oggi di un’isola ecologica sul territorio e su tutto ciò abbiamo avanzato, le nostre proposte.”
“Il dottor Saladino, ha mostrato forte interesse per gli argomenti e le proposte illustrate, – spiegano i 5 stelle manduriani- ed ha affermato che metterà in campo, insieme ai suoi colleghi, tutti quegli atti idonei a comporre in primo luogo una “squadra di governo” coesa e competente che possa portare ad una operatività reale per dare risposte e soluzioni a tutte le istanze che giungono dalla cittadinanza manduriana.”
“La situazione comunale è molto complessa sotto tutti i punti di vista, – conclude la nota – noi come cittadini e come gruppo politico continueremo nella nostra quotidiana azione, nel fornire spunti e soluzioni ai problemi e alle istanze dei cittadini. Manduria deve rinascere, ma lo deve fare anche attraverso una netta presa di coscienza da parte dell’intera la comunità.”

Manduria 20/07/2018

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: