Lavoro agricolo: dal Ministero l’impegno di bonus nel prossimo decreto.

Fai, Flai e Uila Puglia, sospeso lo sciopero di domani dei lavoratori agricoli, oltre 27 mila a Taranto e provincia
“Dal Ministro un impegno preciso: sì al bonus per i lavoratori agricoli già nel prossimo decreto”.
 
 
 
 “Ci sarà un bonus per i lavoratori agricoli nel prossimo decreto: il Ministero dell’Agricoltura  ha assicurato ai sindacati questo provvedimento, per questo lo sciopero di domani è sospeso. Inizieranno nelle prossime ore gli incontri tecnici per verificare il testo di questo provvedimento”.  

Così i Segretari Regionali di Fai, Flai e Uila Puglia, Frascella, Gagliardi e Buongiorno annunciano la sospensione dello sciopero nazionale di otto ore, con presidio previsto per domani a Bari, dinanzi alla Prefettura. La notizia giunge a margine di un confronto svoltosi nella serata di mercoledì con il Ministro dell’Agricoltura, le segreterie nazionali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil.

“Il Ministro – spiegano Frascella, Gagliardi e Buongiorno – si è esposto in prima persona, prendendo degli impegni concreti che troveranno applicazione già nel prossimo decreto, al fine di dare una risposta immediata alle istanze della categoria. Il DL attualmente in cantiere prevedrà l’attivazione di strumenti di sostegno al reddito dei lavoratori agricoli. Ma non solo: Fai, Flai e Uila hanno ottenuto un supporto del Governo in sede comunitaria per l’ottenimento della clausola della condizionalità sociale nella riforma in corso della nuova PAC. Il Ministro, inoltre, ha confermato di aver condiviso con il Ministro del Lavoro  l’impegno a definire, nel tavolo di confronto sul sistema degli ammortizzatori sociali, una norma in riferimento alla cassa integrazione per il settore della pesca e alla estensione della Naspi per i lavoratori a tempo indeterminato inquadrati con la legge 240.

Si attendono sviluppi già a breve: in mattinata  le delegazioni di Fai, Flai e Uila hanno avuto un primo incontro tecnico per andare a definire le misure preannunciate e condivise.

“Ci aspetta un importante lavoro di interlocuzione e di verifica costante dei testi che verranno presentati nel prossimo provvedimento dal Governo in Parlamento. Per queste ragioni, ovvero per l’apertura operativa del Ministro e per la disponibilità ad un lavoro sinergico e congiunto in fase di redazione dei testi, le Segreterie Nazionali hanno revocato lo sciopero di domani. A breve potremo dare risposte concrete ai lavoratori agricoli, andando così a riequilibrare una situazione fortemente pregiudizievole agli interessi e ai bisogni del comparto bracciantile”.

“Ma noi restiamo vigili – assicurano da Taranto Lucia La Penna (Flai-Cgil), Antonio La Fortuna (Fai-Cisl) e Antonio Trenta (Uila-Uil) – ed in contatto continuo e costante con le nostre segreterie nazionali, che si sono riservate di portare avanti un lavoro di interlocuzione e verifica meticolosa dei testi che verranno presentati nel prossimo provvedimento dal Governo in Parlamento”.

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: