La Giuria Popolare premia il Liceo De Sanctis Galilei al progetto “ART&SCIENCE ACROSS ITALY”

 
Si è conclusa con un meritato riconoscimento al Liceo “De Sanctis Galilei” di Manduria la tappa leccese della mostra “Colori e immagini della scienza”,
 

progetto Art&Science Across Italy, organizzato dall’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) in collaborazione con il Cern di Ginevra, con Università del Salento e il Dipartimento di matematica e fisica “Ennio De Giorgi”, con l’obiettivo di avvicinare ragazze e ragazzi al mondo della scienza utilizzando il linguaggio dell’arte.
Gli studenti del Liceo manduriano, sostenuti dal dirigente scolastico, prof.ssa Maria Maddalena Di Maglie, e guidati dai docenti referenti, prof.ssa Maria Luisa Tomaselli e prof. Francesco A. Prudenzano, per ben quindici giorni hanno partecipato attivamente alle attività della mostra, presentando ai visitatori il frutto artistico della loro esperienza di connubio tra arte e scienza. A esporre le loro opere nella suggestiva cornice della ex chiesa di San Francesco della Scarpa a Lecce
sono stati gli studenti Birtolo Laura, Lomartire Davide e Pichierri Antonella, che hanno ideato l’elaborato “Trasumanar: oltre i confini delle tre dimensioni”, unendo la passione della fisica con l’attenta lettura del Paradiso dantesco; Decataldo Mattia, Lonoce Valerio Pio e Stasi Marco, che hanno rivisitato l’immagine del cervello umano con QR Code, esponendo l’opera “La scatola cromatica”; De Pascale Giuseppe, Lacaita Cosimo e Saponaro Stefano, che hanno dato vita ad un
meccanismo ingegnoso, inseguendo l’idea artistica de “Il volto della scienza”. A raccogliere, però, i maggiori consensi è stata l’opera “Hermafroditus” che, progettata dalle studentesse De Luca Sara, Palumbo Francesca e Resta Alessandra, ha colpito per la sua essenza simbolicamente naturalistica e fatto incetta di premi, ricevendo non solo la menzione speciale e il riconoscimento ufficiale da parte
dell’Internazional Inner Wheel, ma soprattutto il conteso premio della giuria popolare, risultando l’opera più votata in assoluto dal pubblico di visitatori presenti all’evento leccese.