Ilva: Pubblicato parere dell’Avvocatura dello Stato.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, su volontà del Ministro Luigi Di Maio, ha pubblicato il provvedimento relativo al procedimento avviato per l’annullamento d’ufficio del decreto 5 giugno 2017 di autorizzazione alla aggiudicazione della procedura di trasferimento dei complessi aziendali facenti capo alle società Ilva S.p.a., Ilva servizi Marittimi S.p.a., Ilvaform S.p.a., Taranto Energia S.r.l., Scova S.a.S. e Tillet S.a.S. in amministrazione straordinaria alla società AM InvestCo Italy S.r.l., nonché del decreto 9 giugno 2017.
Pubblicata anche la risposta dell’Avvocatura dello Stato alla richiesta di parere in merito a possibili anomalie relative alla procedura di gara per il trasferimento a terzi dei complessi industriali facenti capo alla società del gruppo ILVA in amministrazione straordinaria.

“La possibilità di addivenire ad un legittimo esercizio del potere di annullamento deve ancorarsi ad un interesse pubblico concreto ed attuale, particolarmente corroborato”.
Viene evidenziato in un passaggio del parere dell’Avvocatura di Stato sulla gara su Ilva vinta da
ArcelorMittal
“La mancata valutazione della nuova offerta in rilancio formulata da Acciai Italia può assumere rilievo quale elemento sintomatico della figura di eccesso di potere integrante uno dei presupposti per l’eventuale esercizio del potere di autotutela ex artt. 21-octies e 21-nonies della l. 241/1990”. Il ministro dello Sviluppo economico.

Sulla mancata riapertura dei termini della gara a fronte di un consistente ampliamento del margine temporale per la realizzazione del piano ambientale “se lacuna vi è stata, essa pare riferibile più che all’operato dell’Amministrazione al mancato coordinamento da parte del legislatore, in ottica pro-concorrenziale, del termine per la presentazione delle offerte rispetto alla dilatazione dei tempi per l’esecuzione degli interventi ambientali: in astratto il legislatore avrebbe potuto adeguare il primo al secondo, sì da consentire la più ampia e consapevole partecipazione di altri soggetti”si legge nel parere dell’Avvocatura dello Stato pubblicato dal vicepremier Luigi Di Maio sul sito dell’Ilva. Sul possibile mancato rispetto da parte di ArcelorMittal di alcuni termini temporali intermedi inerenti alle prescrizioni ambientali: la conformità al piano ambientale dell’offerta definitiva vincolante presentata dai partecipanti assume una precipua rilevanza nella valutazione della procedura stessa”, si legge.

Luigi Di Maio, ha quindi chiuso formalmente il procedimento avviato sulla gara di aggiudicazione dell’Ilva disponendo “di non procedere all’annullamento”. Nel documento si richiama l’accordo con i sindacati siglato giovedì scorso 6 settembre.

conclusione-provvedimento-ilva-web

parere-avvocatura-ilva-compressed-web

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: