Giunta a Taranto con volo d’emergenza bimba affetta da malattia rara.

E’ giunto in perfetto orario: alle 12.10 del 4 luglio è atterrato a Taranto l’aereo militare C130 della Marina Militare Italiana

impiegato per il trasporto d’emergenza della piccola A.P., una lattante di 6 mesi affetta da una rara malattia dei polmoni, assistita da ventilazione meccanica attraverso tracheotomia e con nutrizione artificiale mediante Peg.
Tutto è andato come previsto, in seguito ad accordi e numerosi contatti tra le terapie intensive neonatali di Milano e di Taranto, intercorsi tra i direttori delle rispettive strutture, dott. Fabio Mosca e Dott. Oronzo Forleo.
Ad accogliere A.P. è intervenuto lo stesso direttore dell’Unità Operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale di Taranto, dott. Forleo, con l’infermiera pediatrica Gina Palazzo che, senza interrompere l’assistenza respiratoria e le cure intensive necessarie, l’ha trasportata nel suo reparto all’ospedale SS.Annunziata di Taranto con un’ambulanza dedicata.
A.P. era ricoverata a Milano dalla nascita, avvenuta il 4 gennaio scorso. Presso il Policlinico del capoluogo lombardo la bambina aveva avuto tutte le cure del caso, e qui si era giunti ad una diagnosi di certezza della patologia già sospettata in gravidanza e per la quale vi erano già stati due interventi in utero.
La famiglia è di Taranto, vive in città e da troppi mesi è stata partecipe di tutte le vicissitudini della piccola A.P. Il ritorno a Taranto auspicabilmente riorganizzerà la famiglia e la riporterà a vivere una vita “quasi normale”, vicino agli affetti di sempre e alle quotidiane occupazioni di tutti, grazie anche ad un’adeguata programmazione dell’assistenza domiciliare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: