Furano nei prodotti alimentari. Pedicini (M5S) interroga Commissione Europea

Nel corso dei trattamenti termici degli alimenti, soprattutto quelli per bambini si forma il furano, un composto organico rischioso per la salute. Secondo numerosi studi scientifici il furano ha infatti un alto grado di cancerogenicità. L’eurodeputato del M5S Piernicola Pedicini ha presentato un’interrogazione alla Commissione europea sulla presenza del furano in alcuni prodotti alimentari.
Pedicini ha chiesto alla Commissione Ue di spiegare cosa è avvenuto dopo che, nel 2007, la Commissione stessa aveva inoltrato una raccomandazione agli Stati membri per chiedergli di effettuare controlli relativi al furano sui cibi in vendita e in fase di produzione.
In particolare, nell’interrogazione vengono posti due precisi quesiti: quali sono state le azioni che la Commissione ha intrapreso dopo il 2007 in merito alla questione in oggetto? E quali sono le azioni intraprese per garantire il rispetto del Principio di precauzione e la tutela della salute dei cittadini?
A completamento dell’interrogazione, Pedicini ha fornito due importanti informazioni: una sull’ultima valutazione dei rischi provocati dal furano, presentata, a febbraio 2010, dall’Oms, Organizzazione mondiale della sanità, e l’altra sul primo studio sul furano, realizzato recentemente dall’Agenzia francese per la sicurezza alimentare, dedicato interamente alla dieta per bambini sotto i 3 anni.
L’Oms ha concluso che il margine di esposizione per il furano rivela una preoccupazione per la salute umana. L’Agenzia francese ha evidenziato che in merito alla presenza di furano nei prodotti per bambini, si raccomanda di cercare di ridurre i livelli di prodotti industriali, ottimizzando i processi produttivi.
piernicolapedicini

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: