In fuga dall’Inghilterra: arrestato a Taranto 24enne afgano

E’ stato arrestato dalla DIGOS della Questura di Taranto un giovane afgano di 24 anni giunto all’Hotspot

della città jonica per l’identificazione e il ricollocamento dopo che, il 21 febbraio scorso, era stato individuato come irregolare a Como.
Il migrante, sprovvisto di documenti, ha dichiarato ai poliziotti di chiamarsi AFGAN Jamal Khan, ma, a seguito di foto-segnalamento, sono emerse a suo carico altre identificazioni ed una segnalazione quale richiedente asilo inserita dalla Gran Bretagna nel 2009.
Dall’analisi della sua posizione, incrociando ogni identità emersa, sulle Banche Dati Nazionali non è risultato nulla a carico di HAMIDY Rafiullah.

Hamidy

Secondo una prima ricostruzione, infatti il giovane, in questi mesi, avrebbe abbandonato l’Inghilterra con mezzi di fortuna e avrebbe attraversato la Francia, la Svizzera raggiungendo infine l’Italia attraverso la frontiera di Como-Chiasso.
Proprio questo atteggiamento anomalo del 24enne di spostarsi dal nord al sud Europa ripercorrendo al contrario la classica rotta migratoria, ha insospettito gli agenti della DIGOS che, intuendo che stesse scappando da qualcosa o qualcuno, hanno deciso di svolgere ulteriori indagini.
E’ stato così che, attraverso ricerche sul web, gli investigatori sono giunti al sito ufficiale della Polizia del Kent dove HAMIDY risultava essere tra le persone più ricercate della contea, in quanto accusato di aver sequestrato e violentato, in concorso con altre persone, tre ragazze minorenni nella città di Ramsgate il 18 settembre 2016.
E’stata, dunque, attivata la procedura di Cooperazione Internazionale di Polizia interessando le autorità Britanniche, le quali hanno confermato che il 24enne era ricercato dalla Polizia del Kent ed hanno avviato le procedure di emissione di Mandato di Arresto Europeo.
Il migrante, destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Taranto, è stato intanto trasferito presso il Centro Identificazione ed Espulsione di Brindisi-Restinco, dove è stato raggiunto dal provvedimento di arresto emesso dalla magistratura del Regno Unito.
Si trova ora rinchiuso nella Casa Circondariale di Brindisi a disposizione del Presidente della Corte di Appello di Lecce per la convalida ed il successivo procedimento di consegna alla Magistratura Britannica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: