Ferdi Arnò…quando è l’arte a smuovere le coscienze e a spingere a lottare per i sogni

Una bellissima performance del Maestro Ferdinando Arnò è stata pubblicata sulla sua pagina FB. E’ un video, in bianco e nero,

girato sui cumuli della discarica Li Cicci, una delle bombe ecologiche di Manduria. Così l’arte interpreta quel grido di dolore lanciato dalla comunità stanca di essere la discarica della Puglia. Un disagio che spesso si manifesta con l’aria irrespirabile che compromette la qualità della vita.  Sotto quei cumuli c’è una Manduria che non piace a nessuno.   

L’artista mette a tacere questo dolore diffuso diffondendo a tutto volume un brano dell’opera “I Puritani”  di Vincenzo Bellini grazie ad  un rarissimo (quasi un reperto)  altoparlante a tromba.  Il mix è una magia che il Maestro riesce a trasmettere, smuovendo le coscienze, in soli  47 secondi.

Il video si conclude con una dedica… “to Fitzcarraldo the Conquistador of the Useless” che racchiude un altro grande messaggio «Chi sogna può muovere le montagne»: questa frase detta nel film rappresenta la spina dorsale dell’opera più impegnativa e grandiosa del regista tedesco Werner Herzog. Il film che ha ispirato, evidentemente, la performance racconta di un uomo di nome Fitzcarraldo, magnate della gomma, che per raggiungere un territorio smontò la sua nave per ricostruirla oltre una collina. Ad Herzog il regista dell’opera cinematografica non interessava la scalata al successo di quell’uomo, bensì l’idea che per raggiungere i propri obiettivi si potesse far passare una nave per una collina. Una pellicola controversa, spesso criticata, dalla genesi difficile, ma proprio per questo potentissima, perché reca in sé la folle forza del sogno inseguito a tutti i costi.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: