Durante: danno erariale ai “Bollenti spiriti” ?

Prosegue l’attività ispettiva e di controllo dell’attività amministrativa che il consigliere comunale di Manduria Arcangelo Durante ha attuato sin dall’inizio del suo mandato (quando fu eletto nella lista di Manduria Futura) mirante alla trasparenza degli atti e alla corretta gestione del patrimonio comunale.
Durante torna sulla questione del Centro culturale Urban Bollenti Spiriti di Uggiano Montefusco perché resta irrisolta e con il passare del tempo rischia di trasformarsi in un vero e proprio danno erariale cui potrebbe essere interessata la Corte dei Conti.
In una interrogazione Durante ricorda che “…già da quasi un anno il centro culturale Urban Bollenti Spiriti di Uggiano Montefusco, di proprietà comunale e quindi pubblica, viene utilizzato da una società privata per la produzione di prodotti televisivi e internet.
Considerato che tale centro doveva essere gestito a beneficio di tutta la comunità così come viene stabilito dal bando Bollenti Spiriti che ha finanziato il progetto in concorso con l’amministrazione comunale che ha contribuito anche ad allestire gli arredi e a fornire le apparecchiature elettroniche costosissime e di delicato utilizzo.
Tenuto conto che la società aggiudicataria del bando, la Cooperativa Corda Fratres di Taranto, non riesce, dopo due anni dall’affidamento a condurre la struttura così come descritto dal capitolato di gara.
chiede di sapere se l’unica beneficiaria dello stabile e delle attrezzature presenti nel laboratorio Urban, tale Ciaksocial di Manduria, abbia mai stipulato un contratto di utilizzo con l’ente comunale e/o con la Corda Fratres;
di sapere se la Ciaksocial abbia mai riconosciuto all’ente comunale un contributo spese per il consumo dell’energia elettrica, riscaldamento, vigilanza e delle attrezzature elettroniche che impiega e di conoscere, in caso affermativo, l’ammontare della somma e i criteri della sua quantificazione;
di sapere, solo nel caso in cui tutte queste normale incombenze dovute dalla società Ciaksocial non fossero state mai rispettate dalla stessa, se le varie figure istituzionali, sindaco di Manduria più di tutti, spesso presenti negli studi televisivi in questione in qualità di ospiti intervistati, si siano resi conto di contribuire ad un uso improprio di un bene pubblico;
di sapere, infine, se le autorità a cui è rivolta la presente interpellanza, siano disposte, in caso di risposte negative alle domande di cui sopra, ad inviare tutta la documentazione alla Corte dei Conti per verificare l’esistenza di un eventuale danno erariale per l’ente comune proprietario del bene in questione.

L’interrogazione sarà discussa nella prossima seduta del Consiglio Comunale.
arcDURANTE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: