Depuratore: avvocati al lavoro sui documenti ottenuti dal TAR

Dopo la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale che consente l’accesso agli atti del depuratore consortile Manduria – Sava, l’Acquedotto Pugliese ha consegnato la seguente documentazione richiesta

dal ricorrente, l’attivista avetranese Antonio Saracino. Sono stati consegnati i seguenti documenti :

– Capitolato di appalto (141 pagine)

– Cronoprogramma dei lavori

– Decreto n. 203 del 2009 del Commissario Delegato (N. Vendola)

– Decreto n. 06 del 13.05.2015 del Commissario Delegato (N. Vendola)

“Questi ultimi due decreti – spiega Saracino – erano stati richiesti, senza successo, ai tecnici del Comune di Manduria (Ing. Orlando prima e Ing. Ferretti poi)”.

Antonio Saracino è fiducioso che in quella documentazione possa trovarsi qualcosa di importante per poter bloccare la costruzione del depuratore a Urmo Belsito.

Gli esperti stanno analizzando i fascicoli e studiando tutte le carte che potrebbero tornare utili anche nei prossimi procedimenti a partire dalla discussione nel merito del ricorso al Tar fissato per il prossimo 24 Novembre.

Foto di Giovanni Loppo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: