Da Sava sino a Santa Maria di Leuca la staffetta di Obiettivo Tricolore ideata da Alex Zanardi. Video

Da Alberobello a Sava, poi a Porto Cesareo e infine giù fino a Santa Maria di Leuca. E’ ad un passo dalla realizzazione il sogno di Alex Zanardi con il suo progetto  Obiettivo Tricolore. 

Una staffetta per ripartire, tra solidarietà e coraggio, da Nord a Sud, lanciando un messaggio positivo all’Italia intera dopo i mesi difficili vissuti tra epidemia e lockdown: “Tutti noi siamo al mondo per fare il massimo di quello che è possibile”. Così parlava Alex Zanardi, che oggi più che mai può aggiungere una nuova medaglia al suo sterminato palmares. Obiettivo3 è l’ultima splendida vittoria del campione bolognese, perché la missione ispiratrice è stata centrata e la conferma definitiva la si è avuta nell’ultima settimana. Dopo il terribile incidente occorso ad Alex, i suoi atleti hanno voluto continuare il viaggio per portare a termine a tutti i costi un progetto a cui Zanardi tiene tantissimo. Sono 52 gli atleti che si sono passati il testimone. E’ stato il campione savese di sport acquatici e triathlon Pier Alberto Buccoliero a portare la staffetta a Sava. Ad accoglierlo in piazza San Giovanni il sindaco di Sava Dario Iaia. I tifosi hanno voluto manifestare il proprio affetto ai campioni presenti  tra questi anche  il manduriano Leonardo Melle e il colonnello Carlo Calcagni con alcuni colleghi del TEAM CALCAGNI “MAI ARRENDERSI”. Stanno attraversando 14 regioni e percorrendo più di 3mila chilometri divisi in 44 tappe. Un messaggio di ripartenza che ha assunto un significato ancora più intenso dopo l’incidente di venerdì 19 a Pienza. Quel testimone non vuol soltanto dare forza all’Italia ma intende sprigionare la massima energia possibile da infondere ad Alex nel momento in cui il campione ne ha più bisogno. I suoi atleti stanno pedalando anche per lui e proprio per questo motivo si sono compattati ancor di più. Domani a Santa Maria di Leuca ci saranno più di 20 atleti di Obiettivo3, in arrivo da tutta Italia, che non ci hanno pensato su due volte e sono stati disposti a sobbarcarsi anche 20 ore di viaggio in due giorni pur di non far mancare il proprio supporto. 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

FORZA Alex 💪♥️siamo tutti con te!

🇮🇹 MAI ARRENDERSI 🚴 🇮🇹

Il video un pezzo del tragitto di Carlo Calcagni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: