Con dei cocci di vetro si taglia i polsi, fortunatamente arrivano i carabinieri

Voleva suicidarsi tagliandosi le vene. E’ accaduto a Taranto: ieri pomeriggio alla Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri giungeva
la segnalazione di un cittadino che raccontava di un uomo, che forse in preda ad una crisi, nell’ascensore del suo condominio, sito in Viale Magna Grecia urlava a squarciagola di volersi suicidare. Rilevata la gravità della segnalazione, la pattuglia della Stazione Carabinieri di Taranto Salinella più vicina alla zona interessata dall’intervento ha abbandonato le attività in corso e si è diretta nel condominio indicato nella consapevolezza che pochi attimi avrebbero potuto fare la differenza fra una possibile tragedia e il salvataggio di una vita umana. Quando i militari sono giunti in Viale Magna Grecia si sono imbattuti in un disperato 45 enne tarantino che, nell’androne dello stabile aveva già iniziato a recidersi entrambi i polsi con dei cocci di vetro. I Carabinieri sono prontamente intervenuti, sono riusciti ad immobilizzare l’uomo ed a tamponargli le ferite fino all’arrivo dell’ambulanza del 118. Il personale medico ha provveduto quindi a prestare soccorso ed a trasportare l’uomo presso l’ospedale Moscati.
La decisione di farla finita e il particolare stato di agitazione erano scaturiti da problematiche di natura familiare ed economica. Dopo aver ricevuto le cure del caso, il 45 enne è stato dimesso ed affidato ai propri familiari.

carabinieri10

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: