Carlo Ponti Jr dirige a Taranto “La Ciociara”

«A nove anni io suonavo già il piano, e mio padre un giorno mi disse: “Perché non provi a dirigere? È una professione molto più completa”. Provai, ed eccomi qui. La musica è sempre stata parte della mia vita, della nostra famiglia, al pari del cinema». Così Carlo Ponti Jr racconta il consiglio del padre, il produttore Carlo Ponti, che ha il dato il “la”, è il caso di dirlo, alla sua prestigiosa carriera di direttore d’orchestra.

Sono passati molti anni da quel lontano 1977, e oggi Carlo Ponti Jr, figlio dell’attrice Sofia Loren e del produttore Carlo Ponti, è un affermato direttore d’orchestra con una solida formazione acquisita studiando negli States, tra gli altri con Zubin Mehta a Los Angeles, e poi in Europa presso la celebre scuola viennese “Hochschule fur Musik” con Leopold Hager ed Erwin Accel.

Direttore Musicale dei “Los Angeles Virtuosi”, da quindici anni, Carlo Ponti Jr è “direttore associato” dell’Orchestra Nazionale Russa, formazione con la quale ha registrato numerosi CD per l’etichetta Pentatone, una delle numerose collaborazioni che lo vede dirigere a livello internazionale le più importanti orchestre.

Dopo aver diretto in passato anche l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e l‘Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, questa settimana Carlo Ponti Jr torna a dirigere una prestigiosa orchestra sinfonica italiana, l’Orchestra ICO della Magna Grecia di Taranto.

Il concerto “La Ciociara” della stagione “XXIII Eventi Musicali” dell’Orchestra Magna Grecia, si terrà venerdì prossimo, 20 febbraio, (ore 21.00) al Teatro Orfeo di Taranto.

Il concerto “La Ciociara” vedrà nella prima parte Carlo Ponti Jr dirigere l’Orchestra ICO Magna Grecia nell’esecuzione di due suite orchestrali con le musiche delle colonne sonore di due capolavori del cinema italiano: “La Ciociara” diretto da Vittorio De Sica con le musiche di Armando Trovajoli, e “La Strada” di Federico Fellini con le musiche di Nino Rota.

Nella seconda parte del concerto Carlo Ponti Jr dirigerà l’Orchestra ICO della Magna Grecia nel Concerto per violino e orchestra in Re maggiore op. 35 di Pyotr Ilyich Tchaikovsky, una delle opere più popolari ed eseguite del compositore russo: non c’è violinista che non abbia in repertorio questo concerto capace di commuovere il pubblico che ne riconosce le celeberrime melodie.

Solista in questo capolavoro sarà la giovanissima violinista Hani Song, uno dei più promettenti enfant prodige del violino a livello mondiale: già nel 2009, infatti, a soli dodici anni è entrata nella Orchestra Sinfonica Giovanile di Zurigo, diventandone il più giovane componente, tanto che la televisione svizzera le ha dedicato un documentario seguendo per un periodo il suo percorso musicale.

Per informazioni: www.orchestramagnagrecia.it.

An Academy Tribute to Sophia Loren

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: