Brindisi. Sequestrata vasta piantagione di marijuana

Erano nascoste nella fitta vegetazione di un terreno in agro di Restinco, a Brindisi: 236 piante di marijuana

di dimensioni ed altezza (ma tutte superiori ai 2 metri) sono state scoperte dai militari del Nucleo Polizia Tributaria di Brindisi.
La piantagione era nascosta nel cuore di un terreno di un ettaro e mezzo, coltivato a granturco, al cui interno era stato realizzato un impianto di irrigazione. Denunciato un responsabile.
Nel corso dell’operazione, a cui hanno partecipato anche le unità cinofile del Corpo ed un elicottero del ROAN Bari, le piante di marijuana, oramai giunta a maturazione e prossima allo sradicamento per la successiva essicazione, sono state eradicate e sequestrate unitamente alle attrezzature necessarie per la loro coltivazione. Lo stupefacente, destinato ad alimentare il mercato illegale, una volta venduto avrebbe fruttato oltre un milione di euro.
Il conduttore del terreno è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Brindisi per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, con l’aggravante dell’ingente quantitativo.
L’importante risultato costituisce l’ennesima conferma della necessità di mantenere costantemente elevato il livello di attenzione e testimonia il capillare presidio garantito dalla Guardia di Finanza sul territorio a salvaguardia delle leggi vigenti ed a contrasto di fenomeni connotati da forte pericolosità sociale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: