Avetrana: Inaugurata la “Casa della Vita – Antonio Minò”

E’ intitolata all’ex sindaco Antonio Minò, deceduto per covid lo scorso anno, la “Casa della Vita”, avviata da qualche giorno ad Avetrana.

Era stato lo stesso sindaco Minò a mettere in piedi l’idea di una struttura residenziale che garantisse attività a sostegno dell’autonomia individuale e sociale. La Casa della Vita è destinata ad accogliere, in via temporanea o permanente, cittadini con problematiche psicosociali e pazienti psichiatrici stabilizzati, usciti dal circuito psichiatrico riabilitativo residenziale, privi di validi riferimenti familiari e che necessitano di sostegno nel mantenimento del livello di autonomia oltre che nel percorso di inserimento o reinserimento sociale e/o lavorativo. All’evento di inaugurazione della struttura, venerdì 15 luglio, erano presenti oltre a Liberato Volpe, in rappresentanza del Consorzio di Libere Imprese, e a Daniela Simeone, l’assistente sociale che si occuperà di seguire la struttura insieme all’equipe, i rappresentanti del Comune di Avetrana e dell’ambito sociale. A tagliare il nastro il sindaco Antonio Iazzi e l’assessore ai Servizi Sociali del comune Elisabetta Marchetti; Rossana Saracino, responsabile del Comune di Avetrana per il servizio; Gloria Saracino, responsabile del Distretto Socio – Sanitario Asl Manduria; Mauro Vizzino, Presidente della Commissione Welfare e Sanità della Regione Puglia; Annamaria Bene, Dirigente dell’Ambito sociale. Anche tutti i sindaci dell’ambito sociale di Manduria hanno partecipato all’inaugurazione di questa struttura avente caratteristiche funzionali e organizzative proprie della casa famiglia o del gruppo appartamento, orientata al modello comunitario. Tutti gli interventi e l’attività svolta, verranno attuati in base al progetto individualizzato predisposto, per ogni ospite, dai competenti servizi sociali, in collaborazione con i servizi sanitari e socio assistenziali territoriali. A gestire la “Casa della Vita – Antonio Minò” sarà il Consorzio di Libere Imprese. Nato in Molise dall’idea di imprenditori che da anni operano nell’assistenza socio-sanitaria, il Consorzio di Libere Imprese nella regione Puglia svolge già altri servizi da tempo, come il servizio di assistenza domiciliare sociale presso l’Ambito sociale di Mesagne e di Bari città, oltre al servizio di integrazione scolastica nell’ambito sociale di Gallipoli e la gestione di un centro diurno con annessa riabilitazione nell’ambito sociale di Poggiardo. Il Consorzio di Libere Imprese è un punto di riferimento per l’assistenza socio- sanitaria e per l’accoglienza, dando lavoro ad alcune centinaia di persone e in cerca di ulteriore personale, qualificato e non, per le strutture e i servizi che gestisce.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: