Avetrana: in 5 mila chiedono lo spostamento del sito del depuratore. Video

Avetrana grida il suo NO allo scarico in mare e No all’ubicazione all’Urmo Belsito del depuratore consortile Manduria – Sava. Oltre cinquemila persone hanno gremito piazza Vittorio Veneto per l’ennesima protesta contro l’imposizione di un depuratore consortile che non solo potrebbe inquinare il mare (la variante proposta non è ritenuta credibile) ma rischia di penalizzare pesantemente anche la marina. Di qui la decisione di chiedere lo spostamento del sito che risolverebbe ogni problema.
Presenti numerosi sindaci dei Paesi limitrofi ed una delegazione di No Tap di Melendugno. L’iniziativa è stata organizzata dal Movimento Unitario Intercomunale di protesta Popolare. “Se saremo tutti uniti vinceremo questa battaglia” ha gridato il sindaco di Avetrana, Antonio Minò dal palco. “Prossimo appuntamento Manduria, perché è Manduria che deve risolvere il problema! …il depuratore deve essere spostato!”. 
Il 7 aprile il comune di Manduria si pronuncerà definitivamente sulla questione dello scarico a mare. I cittadini di Avetrana saranno là per ribadire le loro posizioni (spostamento del depuratore) rispetto alla questione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: