Autobus “fantasma” bloccato dalla Polstrada: trasportava 26 minori

Un autobus con a bordo 26 minori e i relativi accompagnatori, diretto ad un soggiorno vacanziero

fra Castellaneta Marina e Crotone, è stato fermato domenica scorsa dagli Agenti della Sezione Polizia Stradale di Taranto, impegnati in servizi mirati al contrasto di condotte di guida pericolose ed al rispetto delle norme comportamentali di guida.
Da un accurato controllo gli agenti hanno accertato che il conducente non era in grado di dimostrare il corretto rapporto di lavoro con l’azienda proprietaria del veicolo ed inoltre non era in grado di esibire il certificato assicurativo in corso di validità.
Avendo il fondato sospetto che il veicolo fermato potesse essere privo di valida assicurazione, ovvero un veicolo cosiddetto “fantasma” che costituisce ormai una forma di illegalità diffusa in costante crescita soprattutto in alcune aree geografiche con conseguenze di portata economica negativa assai rilevanti verso quanti dovessero rimanere vittima di sinistro stradale, i poliziotti hanno proceduto ad accertamenti tramite banca dati A.N.I.A., trovando conferma ai loro sospetti: infatti, l’autobus risultava privo di copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi.
Dovendo procedere alla contestazione dell’infrazione a al relativo sequestro amministrativo del veicolo, gli agenti hanno chiesto al conducente di contattare il tour operator per l’invio sul posto di un veicolo sostitutivo, onde far proseguire il viaggio ai passeggeri con i minori disagi possibili, anche in ragione del fatto che si trattasse prevalemente di bambini e ragazzi.
Nel frattempo, per evitare che l’attesa del mezzo si consumasse sotto al sole ad una temperatura di circa 37°C, i passeggeri sono stati condotti presso la caserma posta nell’area prospicente il Casello autostradale e qui sono stati fatti accomodare in ambienti climatizzati e ristorati con panini e bevande fresche.
Gli agenti si sono prodigati per far sì che le condizioni dei ragazzi fossero le migliori possibili, intrattenendosi con loro per far trascorrere l’attesa in condizioni di serenità e illustrando loro l’attività della Polizia Stradale fino all’arrivo dell’autobus sostitutivo che, previo controllo effettuato, risultava in regola ed idoneo al viaggio. Tutti i passeggeri hanno potuto così proseguire il viaggio alla volta delle vacanze in condizioni di sicurezza.
Al conducente del veicolo è stata contestata la violazione di cui all’art. 193 comma 2 C.d.S con sequestro amministrativo dell’autobus.

Il controllo degli autobus da turismo, con particolare riferimento al turismo scolastico, è stata un’attività svolta in maniera costante da parte della Polizia Stradale al fine di garantire alle scolaresche di viaggiare in massima sicurezza anche alla luce di alcuni gravi incidenti verificatisi in Italia e all’Estero.
Dal mese di maggio ad oggi sono stati controllati 69 autobus impegnati in gite e viaggi di istruzione organizzati dalle scuole, ed elevate 44 contravvenzioni per violazioni al Codice della Strada.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: