Assalto ai blindati: arrestate tre persone indiziate del raid sulla Lecce-Maglie

Bari – Si sospetta siano tra gli autori dell’assalto a un furgone portavalori compiuto sulla Statale 16 Lecce- Maglie, le tre persone arrestate all’alba di oggi dagli agenti del Servizio centrale operativo e le squadre mobili di Lecce, Bari e Foggia. Si tratta dei fratelli Angelo e Michele Falco, rispettivamente di 51 e 31 anni, e Pierpaolo Perez, 44enne, tutti baresi. Per ora sono accusati di un’altra rapina compiuta il 6 dicembre scorso nei pressi dello casello autostradale di Cerignola che fruttò un bottino da 2 milioni di euro. Ma gli investigatori ritengono che siano i componenti di un gruppo criminale più vasto, composto da almeno una decina di persone, specializzato negli assalti ai blindati, lo stesso che il 2 gennaio 2013 assaltò un blindato della Sveviapol Sud che trasportava denaro per gli uffici postali, crivellandolo di colpi di kalashnikov dopo avergli bloccato le vie di fuga: un furgone era stato collocato di traverso e dato alle fiamme poco dopo l’uscita per Caprarica di Lecce e Cavallino; un altro camion era stato posto invece nella corsia opposta, nei pressi dello svincolo per Galugnano.
Il conducente del blindato riuscì a sfuggire ai banditi raggiungendo in retromarcia, nonostante gli pneumatici forati dai proiettili del mitra, lo svincolo per Lizzanello, mettendo in salvo se stesso e i suoi compagni e costringendo i malviventi a fuggire a mani vuote.
Nel corso degli arresti sono state eseguite anche perquisizioni in una quindicina di altre abitazioni. Le indagini potrebbero portare ben presto a nuovi arresti.

assalto blindato

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: